VIDEO | Ruotolo: “Io sono l’indipendente arrivato ora”

Lo ha dichiarato il candidato alle elezioni suppletive al Senato per la Campania, a margine della sua presentazione alla stampa
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – “Io sono l’indipendente arrivato ora. Sono espressione della società civile e questa può essere l’occasione per allargare il fronte progressista e democratico di sinistra. Questa sfida può rappresentare un laboratorio per una sfida più importante, quella a livello nazionale perché è chiaro che dovremo cambiare tutti: i partiti e anche noi per il ritorno alla politica con la ‘p’ maiuscola. In questo senso mi definisco una Sardina perché dobbiamo rimetterci in discussione con la politica al servizio dei cittadini”. Lo ha detto Sandro Ruotolo, candidato per le elezioni suppletive al Senato per la Campania, a margine della sua presentazione alla stampa.

Con lui al tavolo l’artista Gianfranco Gallo, lo scrittore e ‘sardina’ Luca Delgado e Susy Cimminiello, assessora della II Municipalità sorella di una vittima innocente della criminalità organizzata.

Alle urne il prossimo 23 febbraio a Napoli – per occupare il posto che fu di Franco Ortolani, il geologo eletto con il Movimento Cinque Stelle alle ultime elezioni politiche – saranno chiamati i residenti dei quartieri Arenella, Barra, Miano, Piscinola, Poggioreale, Ponticelli, San Carlo all’Arena, San Giovanni a Teduccio, San Pietro a Patierno, Scampia, Secondigliano, Vicaria, Vomero e Zona Industriale. Insieme al candidato sostenuto da Pd e demA, in corsa nel collegio uninominale Campania 07 ci sono anche Luigi Napolitano (M5S), Salvatore Guangi (Fi, Lega, Fdi), Giuseppe Aragno (PaP) e Riccardo Guarino (Rinascimento Partenopeo).

Alla Domus ars di via Santa Chiara a Napoli presenti sia esponenti del Partito democratico che dell’amministrazione comunale. Da un lato della sala, tra gli altri, Marco Sarracino e Paolo Mancuso, rispettivamente segretario e presidente dem cittadini. Dal lato opposto, il sindaco Luigi de Magistris ed Enrico Panini, responsabile nazionale di demA.

“Io – precisa Ruotolo – ho un grande rispetto per tutti, anche per quelli che non mi voteranno. Metto sul piatto, però, la mia storia. La gente sa chi sono per il mio mestiere (giornalista, ndr), Napoli mi conosce, io sono figlio del Vomero, sono figlio di Fuorigrotta dove ho vissuto, e quindi anche l’elettore grillino mi ha trovato sempre. Vorrei un voto di opinione per cui si vota la persona. Se stiamo insieme – conclude – si vince e vince Napoli”.

LEGGI ANCHE: VIDEO | De Magistris: “Il baffo è bello in forma, credo vincerà”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

22 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»