Meleo: “Dal 2018 area C, Ztl rinforzata e nuovo anello”. E arrivano i varchi sull’Appia

La mobilità a Roma cambia. Come, lo spiega l'assessore capitolino alla Mobilità Linda Meleo, nel corso di un'intervista a Elive Roma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La mobilità a Roma cambia. Come, lo spiega l’assessore capitolino alla Mobilità Linda Meleo, nel corso di un’intervista a Elive Roma. Illustra principalmente tre misure.

LE NOVITA’

La cosiddetta Area C a Roma è “un attività che stiamo portando avanti da agosto. Il sistema è complicato ma vogliamo arrivarci perché crediamo sia un mezzo per limitare l’inquinamento, ma anche fare in modo che chi inquina paghi e con le risorse incassate il Comune possa fare interventi di mobilità sostenibile. Da qui al 2018 l’area Ztl del Centro storico diventerà molto chiusa e ci sarà una nuova area intermedia in cui sarà applicato il ticket all’ingresso. Per poter applicare questo modello abbiamo bisogno di chiudere un’altra zona con le telecamere. Da qui al prossimo anno quindi chiuderemo un nuovo anello più vasto della ‘Ztl Centro storico’ dove applicheremo queste nuove politiche per la mobilità sostenibile”.

LEGGI ANCHE Tram, funivia e ciclabili: come cambia Roma secondo l’assessore Meleo VIDEO

“SULL’APPIA ANTICA SOLO MEZZI PUBBLICI E TAXI”

L’Appia Antica è un parco archeologico tutelato, un patrimonio Unesco che dobbiamo difendere. Stiamo per chiudere una conferenza dei servizi per l’istituzione di varchi sull’Appia Antica che consentiranno l’accesso solo a mezzi pubblici, taxi ed Ncc. Ci sarà poi un varco a porta San Sebastiano che impedirà l’accesso di auto private in direzione dal centro alla periferia. Quindi quella parte sarà accessibile solo dall’Ardeatina e poi si potrà tornare indietro. Stimiamo che queste misure porteranno all’abbattimento dell’80-90% del traffico privato”.

“Dopo la chiusura della conferenza dei servizi- ha aggiunto Meleo- arriverà a breve una delibera di giunta. Poi l’appalto e i lavori. Stimiamo che per l’estate sarà conclusa questa operazione”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»