hamburger menu

Scontri per lo sgombero di Casapound a Casal Bertone a Roma, feriti 2 agenti

Sgomberato oggi l'immobile dell'Inps occupato da Casapound: era la sede del 'Circolo futurista'

sgombero casapound casal bertone

ROMA – Due agenti della Polizia di Roma Capitale sono rimasti feriti questa mattina negli scontri che si sono originatii durante lo sgombero del locale occupato da Casapound a Casal Bertone. L’immobile, di proprietà dell’Inps, era sede del ‘Circolo Futurista’ collegato a Casapound è stato sgomberato questa mattina sulla base di un provvedimento di sequestro emesso dalla Procura di Roma. All’intervento hanno preso parte, oltre alla Polizia di Stato, anche quaranta agenti della Polizia Locale (Gruppi Sicurezza pubblica e Sicurezza sociale e urbana).

GUALTIERI: “VIOLENZE INACCETTABILI, SOLIDARIETÀ AD AGENTI

“Esprimo la mia solidarietà alle forze dell’ordine e alla Polizia locale, è una violenza inaccettabile. Noi andremo avanti sulla strada della legalità, non ci faremo intimidire e proseguiremo su questa strada. Faccio un plauso alle forze dell’ordine per il loro intervento ed esprimo la mia vicinanza agli agenti feriti e la condanna ferma di questi atteggiamenti violenti che per noi sono inaccettabili”. Lo ha detto il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, a margine di un evento alla stazione di Anagnina, commentando lo sgombero del “circolo futurista” di Casapound a Casal Bertone.

BONAFONI: “NON LASCIARE SPAZI DI ROMA PER LE ATTIVITÀ EVERSIVE ULTRADESTRA”

“Stamattina Roma si è svegliata con la notizia di due poliziotti feriti negli scontri avvenuti a Casal Bertone durante lo sgombero dei locali occupati da Casapound, usati, in base a quanto emerso, anche come luogo di deposito e stoccaggio di un’attività imprenditoriale. Un fatto grave, un nuovo rigurgito violento di marca neofascista che la nostra città è costretta a sopportare“, afferma la capogruppo della Lista Civica Zingaretti al Consiglio regionale del Lazio Marta Bonafoni. Quello di oggi è “l’ennesimo episodio che, dopo l’attacco alla Cgil e l’esposizione davanti ad una chiesa di una svastica su un feretro, in pochi mesi ci porta a dover ribadire che Roma è antifascista- prosegue Bonafoni-. Non è possibile accettare che ci siano spazi strappati alla città per ospitare le attività dell’ultradestra, illegittime ed eversive nella misura in cui l’antifascismo è fondamento della nostra Costituzione e del nostro Stato democratico. Bene quindi lo sgombero e ogni azione volta a ridurre al silenzio simili manifestazioni, ancora più insopportabili a pochi giorni dalla celebrazione della Giornata della Memoria”.

FIANO-CASU: “SGOMBERO BUONA NOTIZIA PER ROMA E PER IL PAESE”

“Oggi in via degli Orti di Malabarba a Casal Bertone, nel IV Municipio di Roma ci sono stati scontri durante lo sgombero di un locale occupato da militanti di Casapound. L’ex sede Inps, chiusa e murata dai fascisti del terzo millennio. Lo sgombero di questa sede è una buona notizia per Roma e per il paese, già in passato CasaPound aveva messo a fuoco i quartieri del IV municipio Casal Bruciato, Pietralata, Casal Bertone, aveva addirittura preso di mira Massimiliano Umberti, oggi presidente del IV Municipio, pubblicando la sua foto sui social e attaccandolo per il fatto che da capogruppo di opposizione si era schierato contro queste manifestazioni razziste”, dichiarano i deputati democratici Andrea Casu (Segretario Pd Roma, intervenuto in aula alla Camera a fine seduta) ed Emanuele Fiano. “Apprendiamo da fonti di stampa- proseguono Casu e Fiano- una notizia orribile, negli scontri è rimasto ferito un poliziotto, nell’esercizio del suo dovere. Giunga a lui e a tutte le forze dell’ordine la totale vicinanza e solidarietà e il più profondo ringraziamento. Oltre 50 parlamentari hanno sottoscritto l’interrogazione che abbiamo presentato al Governo per chiedere di dare seguito all’impegno preso in quest’aula per sciogliere le organizzazioni neofasciste. È un impegno fondamentale che dobbiamo portare avanti per sostenere tutte quelle forze politiche e sociali che ogni giorno si battono per fermare l’onda nera che calpesta la storia e la Costituzione”.

MARSELLA: “SGOMBERO E’ RISPOSTA GOVERNO A PROTESTE

“Quello che è successo è gravissimo: ogni forma di dissenso viene repressa a suon di lacrimogeni e manganelli. La motivazione è ovvia: la decisione di questo sgombero lampo arriva dopo le proteste contro il governo Draghi. Siamo stati gli unici a scendere in piazza e questa è la conseguenza”. Lo dichiara Luca Marsella, già consigliere a Ostia e fermato durante i momenti di tensione di questa mattina per lo sgombero del circolo futurista di CasaPound a Casal Bertone.

A Roma ci sono decine e decine di centri sociali e occupazioni di immigrati giunti più volte alle cronache per spaccio di droga e addirittura stupri, ma Gualtieri si presenta a Roma accanendosi contro una delle poche occupazioni dove non sventola la bandiera rossa, attiva da 13 anni e protagonista di tantissime iniziative di solidarietà e cultura- continua Marsella-. Evidentemente voci libere, che non hanno paura di prendere posizione, sono scomode per una classe politica asservita e imbelle. Una classe politica che si illude di fermarci sgomberando come ripicca le nostre sedi: con o senza, ci troverete sempre in strada a difendere un’idea, spine nel fianco di chi ha barattato la propria Nazione per un comodo tornaconto”.

QUESTORE DELLA CIOPPA: “SOLIDARIETÀ AD AGENTI FERITI”

Il Questore di Roma, Mario Della Cioppa, in una nota “esprime tutta la sua ammirazione per la professionalità del personale della Polizia di Stato che oggi ha svolto l’impeccabile servizio a supporto della Polizia Locale che doveva eseguire un provvedimento dell’Autorità Giudiziaria, e totale solidarietà nei riguardi degli agenti feriti. I poliziotti della Digos sono al lavoro affinché in tempi brevi vengano individuati i responsabili dei reati commessi, nessuno escluso, che ne dovranno rispondere davanti all’Autorità giudiziaria”. 

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-01-20T18:03:05+02:00

Ti potrebbe interessare: