Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Un rimpatrio da Guantanamo dopo 19 anni, senza accuse

Guantanamo_Bay_Cuba
È Abdullatif Hasser, marocchino 50enne giunto oggi in nord Africa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo 19 anni di detenzione senza accuse formali il cittadino marocchino Abdullatif Nasser è stato trasferito nel Paese nordafricano dal carcere di massima sicurezza di Guantanamo, parte di una base navale americana situata sul territorio dell’isola di Cuba. È la prima volta che un detenuto viene rimpatriato dalla prigione, al centro negli anni di accuse rivolte da numerose ong di violare sistematicamente la Convenzione di Ginevra, da quando lo scorso gennaio Joe Biden ha assunto l’incarico di presidente. Un comitato costituito da sei agenti dell’intelligence Usa aveva disposto il rilascio di Nasser già nel 2016, in quanto quest’ultimo non era più ritenuto una minaccia per la sicurezza degli Stati Uniti. L’amministrazione dell’allora presidente Donald Trump aveva comunque bloccato il trasferimento dell’uomo.

Nasser, riferiscono media internazionali concordanti, è arrivato oggi in Marocco. La polizia giudiziaria di Casablanca ha aperto ai suoi danni un’inchiesta per “sospette attività terroristiche” non meglio specificate. L’ormai ex detenuto di Guantanamo, come riferisce l’ong di avvocati Reprieve, non era mai stato sottoposto a processo e a suo carico non erano mai stati formulate accuse. L’anno scorso il portale di notizie marocchino Hespress aveva rilanciato un suo appello per la liberazione. Nasser aveva rilasciato una testimonianza nella quale denunciava nuove restrizioni alle libertà personali imposte dalla nuova amministrazione del carcere. Il dipartimento di Stato ha reso noto che il governo proseguirà in una politica “deliberata e completa” per ridurre la popolazione carceraria di Guantanamo, dove a oggi rimangono 39 detenuti. Il dipartimento della Difesa ha invece ringraziato le autorità marocchine per la presa in carico del caso dell’ex internato marocchino. Nasser era stato catturato dall’esercito Usa nel 2002 in Afghanistan.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»