Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Montalbano e l’Amore: in tv il secondo episodio

In anteprima assoluta su Rai1 alle 21.25
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Michela Prestia è una bellissima ragazza con un passato drammatico: respinta ingiustamente dalla famiglia, ha incontrato uomini che l’hanno umiliata e sfruttata, conducendola a diventare una prostituta. Col tempo, la donna è riuscita a rifarsi una vita e a trovare l’amore ma proprio ora, quando tutto sembrava andare bene, Michela misteriosamente scompare. I più ritengono che semplicemente sia scappata con un altro ma Montalbano, pur non essendo a proprio agio con le faccende d’amore, capisce presto che a Michela deve essere successo qualcosa di grave. Forse è stata uccisa, ma perché? Ad aiutare il commissario due attori di teatro, gli anziani coniugi Di Giovanni, che lo condurranno nell’intricata vicenda dove Montalbano scoprirà un rinnovato senso di gelosia verso la sua Livia. Inizia così l’episodio dal titolo ‘Amore’, tratto dalle raccolte ‘Un mese con Montalbano’ e ‘Gli arancini di Montalbano’ di Andrea Camilleri, questa sera in prima visione assoluta su Rai1 alle 21.25.

Vedremo un commissario diverso, a tratti geloso

Dopo ‘La giostra degli scambi’ che è stato l’episodio più visto di sempre, Luca Zingaretti in compagnia della sua ‘fortunata squadra’ torna in tv. Vedremo un commissario diverso, a tratti geloso: “La gelosia Salvo Montalbano l’ha sempre nascosta molto bene- dice in una recente intervista Zingaretti, che lo interpreta dal lontano 1999- perché Livia non gli ha mai dato modo di essere e geloso”. E in questo episodio “scopre vigliaccamente di essere geloso, ma chi di noi non lo è?”, conclude Zingaretti.

Il commissario si sposa o non si sposa?

In una scena, che la Rai anticipa sulla sua pagina Facebook, si vede il commissario pronto a sposarsi con Liva. Per scoprire cosa succederà non ci resta che guardarlo questa sera in tv!

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»