Da W la Fisica ai Forconi, al Viminale è parata di simboli elettorali

ROMA – Attendono il loro turno dalle 8 di mattina, ordinati su un lato della scalinata che conduce al ministero dell’Interno. Flash e telecamere sono rivolte interamente ai vertici del M5s, appena arrivati al Viminale. Loro invece, i depositari dei simboli di partiti e movimenti ‘minori’, attendono pazientemente il loro turno per entrare al ministero.

Si va da ‘Cristiani per la crescita felice’ al ‘Partito Valore Umano – Per un nuovo Umanesimo’, passando per gli antieuropeisti di Mic, Movimento Italia nel cuore.

Sono emozionati e timidi, qualcuno ha la faccia del primo giorno di scuola. Conservano gelosamente i simboli nelle valigette e quando qualche fotografo si avvicina loro e’ un attimo: estraggono quanto richiesto e sorridono a 32 denti, facendosi immortalare col simbolo del proprio partito o movimento. Nel mucchio si trova di tutto: ‘Statuto dei lavoratori articolo 18 per il Recupero del Maltolto’, Movimento mamme nel mondo per l’Italia, Forconi. Ma anche il gruppo ‘W la fisica’, con tanto di sito nel marchio (www.butta.org), che ‘gioca’ molto sul proprio nome. A chi glielo fa notare, il rappresentante strizza l’occhiolino. “Siete voi ad essere maliziosi…”.

19 Gennaio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»