NEWS:

VIDEO | A Bologna il teatro Testoni invade la città con ‘Visioni’: 9 giorni di spettacoli per bimbi da 0 a 6

In attesa di tornare alla 'casa madre' (i lavori dovrebbero finire per marzo), il teatro Testoni dal 20 al 29 ottobre porta gli spettacoli della rassegna 'Visioni' in giro per la città: una rassegna tutta dedicata ai più piccoli con la partecipazione di compagnie straniere

Pubblicato:18-10-2023 19:15
Ultimo aggiornamento:19-10-2023 16:06
Autore:

FacebookLinkedIn

BOLOGNA – “Visioni di futuro, visioni di teatro…“, il festival internazionale di arti performative per la prima infanzia a cura de La Baracca – Testoni Ragazzi, taglia il traguardo della 20esima edizione e per la prima volta esce completamente dal Testoni (ancora ‘sotto i ferri’ per un intervento di riqualificazione) e si diffonde in città: dal Teatro del Baraccano alla sala Centofiori, dalla Sala Borsa alle sale del polo di vicolo Bolognetti (Teatro San Leonardo, AtelierSi, Labas, Salaborsa Lab) passando per nidi e scuole dell’infanzia.
Dal 20 al 29 ottobre il cartellone prevede spettacoli per bambine e bambini da uno a sei anni, ma anche laboratori per educatrici e insegnanti, conferenze, incontri, seminari e una mostra di illustrazioni in Salaborsa legata alla Fiera del libro per ragazzi. “Fiore all’occhiello di questa edizione è la presenza della compagnia sudafricana Magnet Theatre– segnalano gli organizzatori- che mercoledì 25 alle 20,30 ad AtelierSi porterà in scena ‘Stone Play‘, spettacolo dedicato a bambine e bambini da tre a sei anni”. Solo uno tra i tanti appuntamenti di un’edizione “speciale” non solo per la dislocazione in tanti luoghi della città, ma anche perchè quello in arrivo è l’ultimo festival all’interno di “Mapping.

QUI IL LINK AL PROGRAMMA COMPLETO DEL FESTIVAL

COSA È STATO MAPPING

“Una mappa sull’estetica delle arti performative per la prima infanzia”, Mapping è un progetto – durato cinque anni – sostenuto dal programma Creative Europe dell’Unione europea con 18 partner da 17 paesi, di cui La Baracca – Testoni Ragazzi è capofila. Il progetto si conclude ora, con questa rassegna, ma già a marzo ripartirà con un nuovo ciclo: “Babel“.

GLI SPETTACOLI PER LE FAMIGLIE

Nella programmazione del festival sono inclusi tanti spettacoli per la fascia d’età 1- 6 anni, molti dei quali portati in scena da compagnie internazionali. Fiore all’occhiello di questa edizione è la presenza della compagnia sudafricana Magnet Theatre, che mercoledì 25 ottobre alle 20.30 ad AtelierSi porterà in scena “Stone Play”, spettacolo dedicato a bambine e bambini da 3 a 6 anni. Saltando da una pietra all’altra, esplorando il suono, il ritmo e il peso delle pietre, attrici e attori di Magnet Theatre raccontano l’importanza della famiglia e dell’unità nella diversità.

Spazio anche al teatro-danza con “Kleur+”, spettacolo della compagnia olandese Dadodans, che andrà in scena il 22 ottobre alle 17 ad AtelierSi per la fascia 2-5 anni. Sul palco una ballerina vestita di bianco striscia, rotola e gira su un pavimento di carta, lasciandosi dietro tracce di pittura rossa, blu, gialla e verde e creando così un dipinto colorato.

La Baracca – Testoni Ragazzi presenterà una nuova produzione per bambine e bambini da 1 a 3 anni, “Circo Baracca”, che debutterà domenica 29 ottobre alle 11 alla Sala Centofiori. Tornerà poi lo spettacolo “Abaco” in doppia replica: sabato 21 ottobre alle 10.30 alla Sala Centofiori e sabato 28 ottobre alle 16.30 ad AtelierSi. De La Baracca anche “Un camion rosso dei pompieri” (1-4 anni), che salirà sul palco del Teatro del Baraccano domenica 22 ottobre alle 9.30.

Non mancherà anche una coproduzione: “PerBach” è infatti il risultato della collaborazione tra La Baracca – Testoni Ragazzi e Associazione Bologna Festival – Baby BoFe’. La storia del grande compositore andrà in scena domenica 22 ottobre alle 16.30 alla Sala Centofiori, per bambine e bambini da 4 a 6 anni.

Quest’anno, grazie al progetto “Zero-tre chiama Italia”, verranno presentate tre nuove produzioni dedicate alla fascia 1-3 anni, realizzate da altrettante compagnie italiane che hanno aderito all’iniziativa lanciata dal festival “Visioni” nel 2021. Schedìa Teatro di Milano presenterà “Oltre. Gioco di immaginazione per piccolissimi spettatori” mercoledì 25 ottobre alle 17.30 al Teatro del Baraccano, Teatro Koreja porterà sul palco del Baraccano “LàQua” giovedì 26 ottobre alle 17.30, Il Teatro nel Baule metterà in scena “La Scatola” domenica 29 ottobre alle 9.45, sempre al Baraccano.

Tra le compagnie italiane ospiti anche Teatro all’Improvviso con “Pensieri sottili” (3-6 anni), al Teatro San Leonardo  sabato 21 ottobre alle 17.30 e domenica 22 alle 10.30, e La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale che presenterà “Oltre Qui” (1-4 anni) lunedì 23 ottobre alle 17.30 al Teatro del Baraccano.

Tante le compagnie che arrivano invece dall’estero. Oltre alle già citate DADODANS dall’Olanda e Magnet Theatre dal Sudafrica, saranno presenti al festival anche la compagnia ungherese Kolibri Theatre con “Hangmadár” (3-6 anni), domenica 22 ottobre alle 18 al Teatro San Leonardo, Polka Theatre dal Regno Unito con “Let’s build!” (2-5 anni), martedì 24 ottobre alle 17.30 alla Sala Centofiori, dalla Spagna “Ventanas” di Teatro Paraíso (2-5 anni), mercoledì 25 ottobre alle 18.30 al Teatro San Leonardo. Arrivano invece dall’Irlanda gli attori di Branar con il loro spettacolo “Rothar“, in scena giovedì 26 ottobre alle 18.30 al Teatro San Leonardo, mentre la compagnia tedesca Helios Theater porterà sul palco della Sala Centofiori “Früh Stück ” (3-6 anni) venerdì 27 ottobre alle 17 e sabato 28 alle 10.30.

UNA MOSTRA DI ILLUSTRAZIONI IN SALABORSA

Un abbraccio poetico tra il mondo dell’illustrazione, quello della letteratura per la prima infanzia e il mondo delle arti performative per i piccolissimi: questo e molto di più è racchiuso in “Mapping Exhibition“, una mostra di illustrazioni realizzata in collaborazione con Bologna Children’s Book Fair, che vuole raccontare il progetto europeo Mapping, di cui La Baracca – Testoni Ragazzi è capofila insieme ad altri 17 partner.

Per tutta la durata del festival internazionale “Visioni di futuro, visioni di teatro…”, dal 20 al 29 ottobre, la mostra sarà allestita in Biblioteca Salaborsa Ragazzi, a ingresso libero e con la possibilità di prenotare per una visita guidata a cura della Libreria per Ragazzi Giannino Stoppani. La mostra sarà ad accesso libero in occasione delle giornate del festival.

In collaborazione con Salaborsa Ragazzi e i lettori volontari, sono state inoltre organizzate alcune letture ispirate ai temi della mostra e realizzate all’interno degli spazi espositivi, giovedì 26, venerdì 27 e sabato 28 ottobre, sempre alle 17.30. Le prenotazioni delle letture saranno gestite da Salaborsa a partire dal 12 ottobre allo 051 2194411, negli orari d’apertura della biblioteca.

UN TEATRO TESTONI ITINERANTE, IN ATTESA DI TORNARE NELLA ‘TANA’

Con gli spettacoli di ‘Visioni’, il Testoni “esce per la prima volta dalla tana”, afferma in conferenza stampa il direttore artistico Roberto Frabetti, ma “dai problemi nascono le sfide e la nostra sfida è quella di un festival che attraversi la città”. L’auspicio è che l’edizione 2024 possa tornare al Testoni “perchè quello è un luogo straordinario e ricchissimo, che offre davvero la possibilità di creare grandi relazioni con tutti quelli che attraversano il festival- continua Frabetti- ma noi speriamo che anche questa edizione diffusa possa generare comunque una situazione relazionale dello stesso livello”. La previsione è di poter rientrare nel teatro a marzo, segnala Gabriele Marchioni, presidente de La Baracca – Testoni Ragazzi, ma la rassegna diffusa di quest’anno potrebbe lasciare traccia: “Magari anche in futuro manterremo delle aperture sulla città“, con l’obiettivo di “raccogliere e raccontare la ricchezza delle proposte che Bologna ha da offrire”.

Intanto il festival si conferma “un luogo di incontro in cui si possono ritrovare professionisti provenienti da mondi diversi– sottolinea il producer Bruno Frabetti- dall’educazione all’arte e al giornalismo. Un luogo aperto, che sia al Testoni o in giro per Bologna, in cui tutt possono entrare in maniera praticamente gratuita e questa non è una cosa da sottovalutare”. Bologna a volte “sembra un po’ invecchiata” ma allo stesso tempo “sa ancora offrire tanto all’infanzia”, dichiara l’assessore alla Scuola, Daniele Ara: in questa prospettiva, la rassegna presentata oggi è “veramente molto preziosa per la città”, a testimonianza del fatto che quello svolto da La Baracca – Testoni Ragazzi è “un grande lavoro di qualità che intendiamo preservare con forza”. L’investimento sulla ristrutturazione del Testoni “ci porterà ad avere un bellissimo teatro- conclude la direttrice del settore Cultura del Comune, Giorgia Boldrini- ma intanto ci ha dato l’opportunità stroardinaria di scoprire altri luoghi, abitandoli come La Baracca sa abitarli”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


FacebookLinkedIn