Ndrangheta, operazione Canadian: duro colpo a cosca vicino a Commisso

Fermi e perquisizioni nei confronti di esponenti della ndrangheta reggina
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO EMILIA – Fermi e perquisizioni nei confronti di esponenti della ndrangheta reggina sono state eseguite dalla polizia nel corso di una vasta operazione. L’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, denominata ‘Canadian ndrangheta connection’ e sviluppata nel biennio 2018-2019, con un’articolata indagine condotta dalla Squadra mobile di Reggio Calabria e dal Servizio centrale operativo dalla Polizia di Stato, ha consentito di delineare gli assetti e l’operatività della cosca Muià, collegata alla cosca Commisso, tradizionalmente operante a Siderno (RC) e in Canada. Ed è proprio indagando sulle proiezioni operative delle ndrine oltreoceano che l’inchiesta di Reggio Calabria ha consentito di allargare gli orizzonti delle attuali conoscenze sull’articolata struttura della ndrangheta in ambito sovranazionale.

E’ stato così possibile documentare, per la prima volta, che l’articolazione territoriale operante nel grande Stato nordamericano, riferibile alla locale di Siderno, è attualmente governata da un organismo abilitato a riunirsi all’estero e ad assumere decisioni anche con riferimento alle dinamiche criminali attualmente esistenti nel territorio calabrese.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

18 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»