Da Ferro a De Gregori, sarà un’estate senza grandi live

Eventi vietati fino al 31 luglio, saranno recuperati nel 2021
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA –  Sara’ un’estate senza concerti. Da Tiziano Ferro a Francesco De Gregori, passando per Mahmood, Aiello, After Hours, Cesare Cremonini e Ben Harper. Tutti i live in programma da qui al 31 luglio sono cancellati. Una decisione condivisa dalla gran parte dei produttori e organizzatori di spettacoli di musica dal vivo e resa nota da Assomusica con una nota ufficiale. L’Italia riparte ma non dai grandi eventi. Secondo il nuovo dpcm in vigore da oggi, dal 15 giugno sono concessi soltanto gli “spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto”. Il numero di spettatori limite sara’ di mille per gli spettacoli all’aperto e duecento per quelli negli spazi chiusi. Saltano quindi, anche i concerti, tra gli altri, di Salmo, Simple Minds, Subsonica, Gemitaiz e MadMan, Gianna Nannini, The Chemical Brothers, Vasco Rossi e Ultimo. L’appuntamento con i grandi eventi live e’, percio’, rimandato al 2021. I nuovi calendari verranno comunicati dai singoli organizzatori entro e non oltre il 31 luglio 2020.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

18 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»