VIDEO | Sardine nere manifestano contro il decreto sicurezza a Caserta

A scendere in strada anche gli attivisti dell'ex Canapificio di Caserta insieme al movimento dei migranti e rifugiati
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Presidio delle sardine nere a Caserta contro il decreto sicurezza. “Chiediamo un incontro al premier Giuseppe Conte e alla ministra dell’Interno Luciana Lamorgese: abbiamo proposte concrete da avanzare affinché i diritti di tutti in Italia siano più tutelati, affinché si dia un segnale di vera discontinuità”, spiegano i manifestanti ricordando “la sentenza 29460/19 della Cassazione a sezioni unite che ha delegittimato l’applicazione del decreto Salvini da parte delle commissioni territoriali. I diritti di migliaia di essere umani sono stati ostaggio di un Decreto disumano. E’ il momento di cambiare“.

A scendere in strada, sotto i porticati del Comune di Caserta, anche gli attivisti dell’ex Canapificio di Caserta insieme al movimento dei migranti e rifugiati. “I finanziamenti del progetto Sprar – spiegano – sono per tutta la città di Caserta e per tutto il nostro territorio, calpestato e martoriato dalla camorra”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

17 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»