VIDEO | “No all’antisemitismo”: Torino scende in piazza

La sindaca Appendino: "Ciascuno di noi con il linguaggio che usa ha un pezzo di responsabilità nel combattere odio razzismo e antisemitismo"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Adele Palumbo

TORINO – Circa 400 persone si sono date appuntamento in piazza Palazzo di Città per manifestare contro gli episodi di antisemitismo che hanno avuto luogo a Torino nelle scorse settimane. Ad aprire la manifestazione le note dell’inno di Mameli. “Sono fatti gravi e ci voleva una risposta unitaria che, voglio ribadire, è stata condivisa con tutte le forse politiche- dice la sindaca Chiara Appendino al termine della manifestazione- la città ha ribadito i suoi valori e c’è stato un richiamo alla responsabilità da parte di tutti i cittadini”. Ancora la sindaca: “Ciascuno di noi con il linguaggio che usa ha un pezzo di responsabilità nel combattere odio razzismo e antisemitismo”.

Sul palco sono intervenuti anche i due piemontesi vittime di scritte intimidatorie, Maria Vigliani e Marcello Segre. “Ho trovato una scritta antisemita davanti a casa e ho riflettuto molto prima di denunciare- spiega- la mia mamma mi avrebbe detto di farlo. Lei era una ebrea partigiana e faceva la staffetta Roma-Torino“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»