Scontro Italia Viva-Pd sulla prescrizione, Renzi: “Inseguono il populismo giudiziario del M5s”

Pd: "Italia Viva ambigua, noi mai a rimorchio di Salvini"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Alla Camera è battaglia sulla prescrizione. Ieri si è votato un emendamento dei 5 Stelle per sopprimere la proposta di legge del responsabile giustizia di Forza Italia, Enrico Costa, sulla prescrizione. 

Contro hanno votato Italia viva, Forza Italia, Lega, Fdl e un esponente del gruppo misto, mentre a favore si sono espressi Pd, M5S e Leu. Decisivo è risultato il voto della presidente della commissione Giustizia, Francesca Businarolo del Movimento 5 stelle, che di solito non vota. L’emendamento ha incassato 23 sì e 22 no.

M5S: “BUSINAROLO ESERCITATO DIRITTO, BENE STOP PROPOSTA COSTA”

“Votando in Commissione, il presidente Businarolo non ha fatto altro che esercitare un suo diritto, così come stabilito dal regolamento. D’altronde non è certo la prima volta che un presidente di Commissione partecipa al voto”. Così, in una nota, i deputati del MoVimento 5 Stelle in Commissione giustizia. “Siamo soddisfatti per l’approvazione dell’emendamento soppressivo della proposta di legge Costa, anche se dispiace per il voto contrario espresso da Italia Viva. Continuiamo a lavorare per migliorare il sistema Giustizia, a partire dalla riforma del processo penale”.

RENZI: “PD-M5S VOTATO PER MANTENERE LEGGE BONAFEDE-SALVINI”

“Leggo strane ricostruzioni sulla prescrizione. Chiariamo: noi abbiamo votato per tornare alla legge Renzi-Orlando. Il Pd e i Cinque Stelle hanno votato per mantenere la Bonafede-Salvini. Questa è la verità”, scrive su twitter Matteo Renzi.

“Abbiamo gia’ votato” con il centrodestra. “Abbiamo votato per riportare in vigore la legge del governo Renzi fatta da Andrea Orlando, attuale vicesegretario del Pd. Lo abbiamo fatto perche’ non e’ possibile restare senza fine sotto processo. La legge Bonafede e’ un obbrobrio”, dice Matteo Renzi nel corso della registrazione di Porta a Porta. E aggiunge: “Paradossalmente Forza Italia e la Lega hanno votato con noi e il Pd, che aveva fatto la legge Orlando, ha votato con Bonafede. Io vorrei mandare un abbraccio di solidarieta’ a tutti i riformisti del Pd, che stanno inseguendo i grillini. Noi siamo rimasti fedeli alla legge Orlando e il Pd sta inseguendo il populismo giudiziario di Bonafede e dei Cinque Stelle”.

PD: “ITALIA VIVA AMBIGUA, NOI MAI A RIMORCHIO DI SALVINI”

“A proposito di rimorchio, noi non andremo mai a rimorchio e non voteremo mai con Salvini. Noi siamo davvero coerenti. Respingiamo ogni maldestra accusa da parte di Italia Viva che oggi in commissione ha tenuto un atteggiamento ambiguo”. Cosi’ il responsabile giustizia del Pd Walter Verini risponde a Italia Viva che ha accusato i Dem di andare “a rimorchio” dei Cinque stelle. “Siamo stupiti dell’atteggiamento di Italia Viva. Noi siamo andati a rimorchio della coerenza e del fatto che per la prima volta abbiamo l’occasione di discutere e arrivare a tempi certi dei processi. Siamo meno stupiti dell’atteggiamento di alcune forze dell’opposizione che hanno confermato di voler usare la giustizia per propri interessi di partito. Ci aspettiamo che nei prossimi giorni il ministro presenti in consiglio un ddl di riforma del processo penale con tempi certi dei processi e che cambi la prescrizione”, aggiunge Walter Verini.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

16 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»