Colombia, espulsi i capi delle Farc contrati all’accordo di pace

Il gruppo guerrigliero: Sconsiderati, ignorano il desiderio della popolazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Colombia01

ROMA – Cinque comandanti delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc) sono stati espulsi dalla formazione guerrigliera per non aver accettato l’accordo di pace con il governo sottoscritto quest’anno. In una nota le Farc definiscono i cinque “sconsiderati che per ambizione personale ignorano il desiderio di pace della grande maggioranza della popolazione”. L’intesa, che promette di porre fine a un conflitto civile durato oltre mezzo secolo, è stata approvata dal parlamento nonostante l’affermazione del “no” in occasione di un referendum. Secondo ricostruzioni della stampa di Bogotà, i guerriglieri dissenzienti potrebbero essere interessati a puntare sul contrabbando di cocaina.

LEGGI ANCHE:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»