Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ridley Scott contro i film di supereroi: “Sono noiosi come la m…a”

ridley_scott_supereroi
"Questi film sono per lo più salvati da effetti speciali", ha dichiarato il regista a Deadline in occasione del lancio del suo 'House of Gucci'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Ridley Scott attacca i cinecomics e non usa mezze misure. In un’intervista rilasciata a Deadline in occasione del lancio del suo ‘House of Gucci‘, film con Lady Gaga e Adam Driver che ricostruisce l’omicidio di Maurizio Gucci, il regista premio Oscar interpellato sui film di supereroi ha dichiarato: “Sono noiosi come la m…a”. A non funzionare sarebbero le storie: “Perché non possono averne di migliori? Andiamo. Questi film sono per lo più salvati da effetti speciali, e questo sta diventando noioso per tutti coloro che lavorano con intelligenza”.

LEGGI ANCHE: Ddl Zan, Lady Gaga alla comunità Lgbtq+: “Siete i più coraggiosi, continuerò a lottare per voi”

“Le loro sceneggiature non sono affatto buone- ha proseguito-. Penso di aver fatto tre grandi film di supereroi con buone sceneggiature. Uno sarebbe Alien con Sigourney Weaver, poi il Gladiatore e infine Blade Runner“. In quest’ultimo film “Harrison Ford era un supereroe, ma tutti erano confusi perché alla fine è stato picchiato a sangue dall’altro supereroe, che pensavano fosse il cattivo- spiega Scott-, ma si è rivelato un bravo ragazzo. Penso che sia piuttosto interessante”.

Ottantatre anni il prossimo 30 novembre, in oltre 40 anni di carriera Ridley Scott ha toccato quasi tutti i generi cinematografici realizzando pellicole che sono entrate nella storia del cinema. A rendergli onore nella scorsa edizione, anche la Mostra del Cinema di Venezia con il premio Cartier Glory to the Filmmaker riservato a chi ‘ha segnato in modo particolarmente originale il cinema contemporaneo’. Alla kermesse Scott ha presentato ‘The Last Duel‘, pellicola con Matt Damon e Ben Affleck, che si ispira a un fatto realmente accaduto nella Francia del XIV secolo. Una nobildonna stuprata da un cavaliere decise di denunciare l’accaduto, nonostante rischiasse la morte per questo. A seguito della sua accusa il suo marito sfidò l’uomo che l’aveva violata in quello che sembra essere stato l’ultimo duello ufficialmente autorizzato in Francia.

LEGGI ANCHE: Arriva al cinema ‘The Last Duel’: di cosa parla il nuovo film di Ridley Scott

A Ridley Scott ‘Glory to the Filmmaker’: “A Venezia porto uno dei miei migliori film”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»