hamburger menu

Cimici del letto arrivate in Italia? Ecco cosa fare

Dopo la denuncia social di due turisti australiani che si sono svegliati su un treno arrivato a Milano pieni di punture di cimici del letto, diventa concreta la preoccupazione per la possibile diffusione di questi parassiti anche in Italia

Pubblicato:15-10-2023 14:52
Ultimo aggiornamento:15-10-2023 19:00
Canale: Costume e Società
Autore:
CIMICI MILANO_turisti australiani
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

BOLOGNA – Ora l’allarme è più vicino. È da un mese che si susseguono le notizie, rimbalzando da un sito all’altro, sulla diffusione di cimici da letto in Francia, a Parigi in primis. Ma ora, negli ultimi giorni, sono arrivate segnalazioni di persone che avrebbero avvistato alcuni esemplari di cimici anche in Italia, e precisamente a Milano.

LEGGI ANCHE: Cimici del letto in Francia, l’epidemia sbarca in America: il video della Cnn
LEGGI ANCHE: Invasione delle cimici da letto anche in Italia? Come riconoscerle e i rimedi

LE SEGNALAZIONI DI AVVISTAMENTI IN ITALIA

Qualche giorno fa due turisti australiani, Joel e Maddie, hanno raccontato su Instagram di essersi svegliati pieni di punture dopo aver dormito in una cabina di un treno notturno arrivato a Milano da Monaco. Arrivati a Milano, hanno scritto su Instagram, “polsi, mani, braccia, caviglie e polpacci le punture erano ovunque”. Non vogliono rivelare il nome della compagnia (cosa che tanti follower gli hanno chiesto), perchè ritengono che la situazione sia stata gestita bene: spiegano infatti di aver contattato la compagnia ferroviaria che avrebbe immediatamente avviato accertamenti per poi confermare ai due australiani che sì, si trattava di cimici del letto. È stata così effettuata la disinfestazione e ai due australiani è stato erogato un rimborso di 200 euro. Loro, raccontano ancora, hanno lavato i vestiti a 90 gradi e messo le borse al sole, sperando così di uscire dall’incubo delle cimici del letto. Dopo la segnalazione dei turisti australiani, ce ne sarebbero state altre.

LA SITUAZIONE DI MILANO: 80-100 CASI ALL’ANNO

L’agenzia AdnKronos nei giorni scorsi ha intervistato la direttrice della Struttura complessa di Igiene e Sanità pubblica della Città metropolitana di Milano, Maira Bonini, che avrebbe confermato un notevole aumento di segnalazioni nell’ultimo periodo: al momento la media è di 80-100 segnalazioni all’anno di di casi di cimici del letto in appartamento. Milano, però, ha spiegato l’esperta, non è nuova a casi di questo parassita, perchè anche in passato si sono verificati periodi in cui la presenza di cimici da letto era aumentata.

LA SITUAZIONE IN FRANCIA

Intanto, in Francia la situazione non sembra per nulla migliorare. Anzi. I social sono pieni di foto di avvistamenti di cimici su treni, autobus, metro e anche cinema. Il governo, dopo i ripetuti appelli, ha dichiarato che si tratta di un’emergenza di sanità pubblica e che si lavorando per fermare l’invasione. Il problema delle cimici preoccupa anche altre capitali europee, a partire da Londra, dove c’è stato qualche avvistamento.

COSA SONO LE CIMICI DA LETTO

Le cimici da letto sono piccoli insetti delle dimensioni di un seme di mela che si nutrono di notte principalmente di sangue umano, molto spesso si nascondono nei materassi e nelle molle e vengono trasportati in vestiti e bagagli. Secondo un recente rapporto dell’Agenzia nazionale per la sicurezza sanitaria (ANSES) sono costate alle famiglie francesi 230 milioni di euro all’anno tra il 2017 e il 2022.

CONTROLLARE SEMPRE LE VALIGIE

Uno dei principali consigli per evitare di incappare nell’incubo delle cimici del letto è pulire e igienizzare valigie e bagagli ogni volta che si rientra da un viaggio. La valigia deve essere svuotata e tutti i vestiti (anche quelli non utilizzati, ma comunque rimasti dentro i bagagli) devono essere lavati. Le cimici da letto non sopravvivono alle alte temperature. Una volta svuotate, le valigie vanno aspirate con l’aspirapolvere, pulite e se possibile spruzzate con uno spray igienizzante. Vanno anche lasciate aperte per qualche ora, all’aria aperta sul terrazzo o in giardino, in garage, ma sempre in spazi esterni (mai in casa).

COME CAPIRE SE CI SONO CIMICI NEL NOSTRO LETTO

Come detto le cimici da letto sono insetti molto piccoli, ma visibili dall’occhio umano. Utilizzando una torcia si potrà analizzare accuratamente il nostro materasso e eventualmente individuare escrementi o le macchie di sangue causate dallo schiacciamento di questi insetti.

Inoltre, se sul nostro corpo compaiono macchie di colore rosso che tendono a gonfiarsi e a dare prurito, è molto probabile che siamo stati vittime delle cimici da letto. Le punture inoltre appaiono concentrate in determinate aree del corpo, perché le cimici tendono a colpire più volte di seguito nella stessa zona quando si nutrono.

CIMICI DA LETTO, LA DISINFESTAZIONE

Per disinfestare le fibre tessili dove sono presenti le cimici si possono utilizzare degli insetticidi o lavare i tessuti sopra i 60 gradi. Si può anche utilizzare il bicarbonato, cospargendo il materasso e lasciandolo agire per 24 ore. Poi si potranno eliminare i residui con l’aspirapolvere.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2023-10-15T19:00:56+01:00