Salvini contro obbligo vaccini, Lorenzin: Incompetenti; fumo provoca 83mila decessi l’anno, parte campagna; sempre meno i parti cesarei in Italia

Edizione del 15 gennaio 2018
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VACCINI. SALVINI: CON NOI VIA OBBLIGO. LORENZIN: INCOMPETENTI

Il tema dei vaccini irrompe nella campagna elettorale. “Li aboliremo per accedere alle scuole”, tuona il leader della Lega, Matteo Salvini. A stretto giro arriva la reazione del capogruppo di Forza Italia al Senato, Paolo Romani, alleato della coalizione: “Non penso proprio- dice- che l’abolizione dell’obbligo entri nel programma del centrodestra”. Per la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, i vaccini sono stati invece la scoperta scientifica “più importante degli ultimi anni”. Non ci sta neanche il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che replica: “La Lega sui vaccini mostra di essere peggio che populista, ma di perseverare nell’estremismo dell’incompetenza”.

FUMO PROVOCA 83MILA DECESSI L’ANNO. AL VIA CAMPAGNA MINISTERO

Con 83mila decessi l’anno, il fumo è la prima causa di morte in Italia. Secondo i dati 2017 dell’Istituto superiore di Sanità, i tabagisti nel nostro Paese sono 11,7 milioni, cioè il 22,3% della popolazione. Ed è aumentato il numero delle donne fumatrici, che da 4,6 milioni del 2016 sono salite a 5,7, mentre il 12,2% ha iniziato prima dei 15 anni. A fronte di questi dati, il ministero della Salute lancia una campagna di comunicazione contro il fumo, dal claim molto chiaro: ‘Chi non fuma sta una favola!’. Testimonial l’attore Nino Frassica che, da convinto non fumatore, ha deciso di porre il suo estro creativo e la sua popolarità al servizio della prevenzione…

SEMPRE MENO PARTI CESAREI IN ITALIA: PER PRIMA VOLTA SOTTO 25%

Continuano a calare i parti cesarei in Italia, per la prima volta sotto il 25% del totale. Alcune Regioni, però, restano abbondantemente sopra questa cifra, con ospedali in cui si arriva addirittura oltre il 90%. Lo fa sapere il rapporto sul Piano Nazionale Esiti pubblicato da Agenas. “La proporzione di parti cesarei primari continua a scendere progressivamente dal 29% del 2010 al 24,5% del 2016”, si legge ancora nel documento, che ricorda poi come l’Oms fissi al 15% la quota ottimale. Intanto si stima che dal 2010 siano circa 58.500 le donne alle quali è stato risparmiato un taglio cesareo primario, di cui 13.500 nel 2016.

FORMAZIONE GIORNALISTI: INTESA MINISTERO-FNSI CONTRO FAKE NEWS

Fornire ai giornalisti, attraverso corsi di formazione gratuiti, conoscenze in ambito sanitario provenienti da fonte istituzionale, autorevole e indipendente, al fine di fornire ai cittadini un’informazione corretta e scientificamente validata, contrastando così il fenomeno della disinformazione e soprattutto quello delle fake news. È l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato a Roma dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e dal segretario generale della Federazione nazionale Stampa italiana, Raffaele Lorusso.

ANDROLOGIA. PENE CURVO, ARRIVA TRATTAMENTO NON INVASIVO

Un trattamento innovativo, che consente – tramite una iniezione di collagenasi – di evitare l’intervento chirurgico andando in soccorso agli uomini colpiti da una particolare malattia del pene, la cosiddetta ‘induratio penis plastica’ o anche malattia di ‘La Peyronie’. La patologia consiste principalmente in un processo infiammatorio, che si conclude con una cicatrice che determina un dolore all’erezione del pene, e soprattutto una deviazione dell’asse dello stesso. A parlarne il dottor Giuseppe La Pera, andrologo all’ospedale San Camillo di Roma, intervistato dall’agenzia Dire.

ORDINE DEI MEDICI DI ROMA: ANTONIO MAGI È IL NUOVO PRESIDENTE

È Antonio Magi il nuovo presidente dell’Ordine dei Medici di Roma. 61 anni, specialista radiologo nella Asl Roma1 e segretario generale del sindacato Sumai Assoprof, Magi è stato eletto a dicembre scorso dal nuovo consiglio direttivo dell’ordine capitolino a scrutinio segreto e all’unanimità. Aveva guidato la lista Medici Uniti nella sfida contro il presidente uscente Giuseppe Lavra. La vicepresidenza è stata affidata a Pier Luigi Bartoletti, mentre segretario è stato nominato Claudio Colistra. “Ringrazio il Consiglio che ha voluto affidarmi questo compito- ha detto Magi- L’obiettivo è quello di portare l’Ordine ad essere il punto di riferimento indipendente di tutta la categoria…”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»