Genova, crolla ponte Morandi su A10: morti e feriti

GENOVA – “Genova crollo al ponte Morandi su autostrada A10 e soccorsi sul posto”, lo scrive su Twitter la Polizia di stato. E sempre su Twitter ne danno conferma i Vigili del fuoco: “#14ago #Genova 12:00, crolla parte del ponte Morandi sulla #A10. Le squadre #vigilidelfuoco stanno operando in massa, attivatinteam usar e cinofili”. 

39 VITTIME ACCERTATE E 13 FERITI IN CODICE ROSSO

Al momento sono 39 le vittime accertate e 13 feriti in codice rosso a seguito del crollo del ponte. “Temiamo che questi numeri siano destinati ad aumentare perchè sono ancora in corso operazioni di soccorso”. Lo dice il Capo della Protezione civile, Angelo Borrelli.

DUE PERSONE ESTRATTE VIVE DALLE MACERIE

Sono due le persone estratte ancora in vita dalle macerie del crollo del Ponte Morandi. Secondo quanto si apprende le due persone sarebbero state trasportate in eliambulanza nei vicini ospedale. I soccorsi sono in corso.

CORSA CONTRO IL TEMPO PER I SOCCORRITORI

E’ corsa contro il tempo per i soccorritori di Genova che stanno raggiungendo la zona del crollo del Ponte Morandi sulla A10. L’incidente è avvenuto intorno alle 12. Il tratto interessato è quello che collega il capoluogo ligure a Savona e Ventimiglia. Il tratto crollato, di alcune centinaia di metri, si trova a ridosso di via Walter Fillak, zona densamente abitata. Secondo quanto si apprende, tra le prime ipotesi al vaglio il tratto del viadotto sospeso sarebbe caduto a causa un cedimento strutturale. Nel crollo sarebbero precipitate alcune auto. 

Leggi anche:

TONINELLI: STO ANDANDO SUL LUOGO CON RIXI, IMMANE TRAGEDIA

“Sto seguendo con la massima apprensione ciò che è accaduto a #Genova e che si profila come immane tragedia. Siamo in stretto contatto con Autostrade e stiamo andando sul luogo con il viceministro Rixi. La mia totale vicinanza in queste ore alla città”. Così il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli su Twitter.

Leggi anche:

PREMIER CONTE IN CONTATTO, SEGUE EVOLVERSI SITUAZIONE

“Profondamente colpito dalla tragedia che ha interessato Genova, mi sono messo immediatamente in contatto con il ministro Danilo Toninelli, il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli e le autorità competenti”. Così il premier Giuseppe Conte su Facebook. “Sono in costante aggiornamento con i responsabili dei soccorsi e tra qualche ora mi sposterò a Genova per seguire direttamente in loco il coordinamento delle attività e per portare la vicinanza di tutto il Governo alle vittime di questa tragedia e ai loro familiari. Ringrazio la macchina dei soccorsi che, come sempre, si è attivata prontamente e continua a operare con grande umanità e professionalità”, conclude.

SINDACO BUCCI: TRAGEDIA IMMANE, RICERCHE SOTTO LE MACERIE

“Il crollo di ponte Morandi è una immane tragedia per la nostra città. Il Comune di Genova sta coordinando i soccorsi con la Regione Liguria e i Vigili del Fuoco. Ci stiamo concentrando sulla ricerca di eventuali persone rimaste sotto le macerie e per la messa in sicurezza della zona”. Lo dice il sindaco di Genova Marco Bucci dopo il crollo del ponte Morandi sull’autostrada A10. “Questa situazione- sottolinea poi il primo cittadino- creerà evidenti problemi alla nostra città, ma dobbiamo reagire da subito con forza e orgoglio. Non dobbiamo permettere che disgrazie di questo tipo possano fermare o rallentare il nostro percorso verso la rinascita di Genova”.

VIGILI FUOCO: ATTIVATO PROTOCOLLO SISMA PER RICERCA DISPERSI

“Per la ricerca di persone sotto le macerie è stato attivato il protocollo tipico di un sisma”. E’ quanto fanno sapere i Vigili del Fuoco del Comando provinciale in merito al crollo del ponte Morandi avvenuto a Genova intorno alle 12 sulla A10. I Vigili del Fuoco hanno mobilitato tutte le risorse disponibili sul territorio della Provincia, della Regione Liguria e delle regioni limitrofe. Attivate anche le squadre usar e cinofile per la ricerca di persone sotto le macerie.

La fotogallery dell'incidente

Ti potrebbe interessare:

14 Agosto 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»