fbpx

Tg Psicologia, edizione del 14 febbraio 2020

IN ITALIA 1 PSICOLOGO OGNI 500 ABITANTI, IN USA OGNI

2.900 La professione dello psicologo non è cresciuta solo in visibilità e prestigio, ma anche nei numeri: l’Italia conta 1 psicologo ogni 500 abitanti, la media in Europa e’ di 1 psicologo ogni 1.100 abitanti e negli Stati Uniti è di uno ogni 2.900. “Un uso più adeguato della professione creerà più posti di lavoro, ma se abbiamo un numero di psicologi 6 volte superiore a quello statunitense e due volte più numeroso che negli altri paesi europei, allora bisogna riflettere”. Parla David Lazzari, nuovo presidente Cnop, che ha elaborato il documento programmatico ‘Psicologia: nuovi orizzonti della professione’.

1.6 MLN UTENTI TROVA PARTNER ONLINE, BOOM APP A SAN VALENTINO

Le dating app sono ormai il nuovo Cupido nelle interazioni amorose. Non è un caso, infatti, che più di un milione e mezzo di persone abbia conosciuto online il proprio partner. Con San Valentino, poi, l’occasione si fa succulenta: il data team di Hinge individua un +230% di utilizzo nel weekend più romantico dell’anno, mentre Tinder rileva il picco di traffico tra il primo gennaio e il 13 febbraio. E sempre nella settimana ‘dell’amore’ un +10% degli iscritti arriva da Bumble e oltre 10 milioni di match da OkCupid.

CUORE UCCIDE 1 DONNA SU 3. GAP DI GENERE È IN STUDI

L’Oms “indica la malattia cardiaca come il killer numero 1 per le donne. E i dati ci dimostrano che 1/3 della popolazione femminile muore per patologie cardiovascolari”. A riflettere su questo è Anna Giulia Bottaccioli, specialista in Medicina interna, esperta di Medicina cinese e Cardiologia di genere.

‘WOMAN AS TABOO’, PER MCADAM FREUD LA VITA È SOTTO ATTACCO

Tutto cio’ che e’ vitalmente reale crea paura, perche’ non e’ immediatamente controllabile e consumabile. Lo dimostra ‘Woman as Taboo’, dell’artista Jane McAdam Freud che ripercorre il bisogno di fare i conti con la figura della donna vista come tabù. La mostra di cui e’ stato pubblicato un libro catalogo, ha preso forma nel 2018 a Genova. Ne parla alla Dire Roberto Boccalon, psichiatra e presidente dell’International Association for Arts and Psychology (IAAPs).

ANSIA CRESCE RILASSANDOSI? È RIA, DISTURBO CHE ALLERTA GLI USA

Se l’ansia cresce quando cerchiamo di rilassarci è un disturbo con un nome: Ria, ansia indotta da rilassamento. “Circa il 15% delle persone l’hanno sperimentata”, dichiara Cristina Luberto, ricercatrice dell’University of Cincinnati. La Ria, infatti, si sperimenta “quando si entra in uno stato parasimpatico, di relax, subito seguito da un’impennata del battito cardiaco e respirazione meno profonda”. Per questo Luberto ha creato ‘un indice di sensibilità al rilassamento’ che intende circoscrivere i casi di Ria mediante un’autovalutazione in 21 domande.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

14 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»