Zingaretti: “Crollo di credibilità in Europa, Italia non conta più niente”

ROMA - "Io ho fatto il parlamentare europeo per 4 anni e la cosa drammatica e' stato vedere l'aula vuota
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Io ho fatto il parlamentare europeo per 4 anni e la cosa drammatica e’ stato vedere l’aula vuota di fronte al fatto che parlava il presidente del consiglio della repubblica italiana. Credo che non sia mai successa una cosa del genere. E il primo segnale che viene da quel parlamento è il crollo della credibilità del nostro paese“. Cosi’ il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a Circo Massimo su Radio Capital, sulle parole di Guy Verhofstadt contro il premier italiano Giuseppe Conte.

Ora, aggiunge, “mi sorprende che si lamentino di quella parola. Io da parlamentare europeo ricordo quando i leghisti contestarono il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, durante una seduta del Parlamento Europeo con l’aula piena e con una Italia che contava molto di piu’ in Europa”. Per Zingaretti, quindi, “il dato dell’intervento di Conte non è questa sceneggiata che ora stanno facendo perché qualcuno esprime in maniera libera le proprie opinioni. Il punto politico e’ il fatto che dopo otto mesi di governo quando l’Italia si presenta sugli scenari internazionali non conta più niente”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»