Guy Verhofstadt: “Conte burattino di Salvini e Di Maio”. Il premier: “Lo è chi risponde alle lobby, non io”

Duro attacco all’Europarlamento nei confronti del premier Giuseppe Conte
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Duro attacco all’Europarlamento nei confronti di Giuseppe Conte. A definire il premier “un burattino di Di Maio e Salvini” è stato il leader dei liberali dell’Alde, Guy Verhofstadt. “Mi fa male vedere la degenerazione politica di questo Paese, iniziata 20 anni fa con Berlusconi e peggiorata con questo governo”, ha aggiunto.

Non è tardata la replica del premier. “Io burattino non mi sento e non lo sono- ha dichiarato Conte-, sono orgoglioso di rappresentare un intero popolo. Sono orgoglioso di interpretare la voglia di cambiamento del popolo italiano e di sintetizzare la linea politica di un governo che non è burattino perché non risponde a logiche di lobby. Forse burattini sono chi rispondono a lobby, gruppi di potere e comitati d’affari“. 

SALVINI: VERGOGNOSI BUROCRATI CHE CI INSULTANO, PREPARINO SCATOLONI

“Che alcuni burocrati europei, complici del disastro di questi anni, si permettano di insultare il presidente del consiglio, il governo ed il popolo italiano è davvero vergognoso. Le élite europee contro le scelte dei popoli. Preparate gli scatoloni, il 26 maggio i cittadini finalmente manderanno a casa questa gente”. Così Matteo Salvini replica a Verhofstadt.

M5S: VERHOFSTADT OFFENSIVO SU CONTE, CHIEDA SCUSA A ITALIANI

“Non basta saper parlare in italiano per essere amici del popolo italiano. L’intervento al Parlamento europeo di Guy Verhofstadt è stato offensivo e privo di contenuti. Non accettiamo nessuna lezione da chi, come dimostra uno studio commissionato da tre ong europee, Friends of the earth Europe, Corporate Europe Observatory e LobbyControl, è a libro paga di multinazionali e comitati d’affari. Verhofstadt stesso ha dichiarato di far parte di sette fra Comitati e consigli di amministrazione. Chi è allora il burattino?”. Così in una nota la delegazione al Parlamento europeo del Movimento 5 Stelle.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

12 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»