Roma soffocata dallo smog: altri due giorni di stop a veicoli inquinanti e diesel fino a Euro 6

Lo stop riguarderà tutti i veicoli privati alimentati a gasolio, che non potranno circolare nella “Fascia Verde” di Roma mercoledì e giovedì
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Confermato per domani e giovedì lo stop alle auto più inquinanti e ai diesel fino a Euro 6, sempre dalle 7.30 alle 10.30 e dalle ore 16.30 alle 20.30. Lo ha stabilito il Campidoglio, “considerato il persistere a Roma degli elevati livelli di inquinamento da PM10, rilevati dalla rete urbana di monitoraggio e validati dall’Arpa Lazio, e la previsione di perdurante criticità per i prossimi giorni”.

Lo stop riguarderà tutti i veicoli privati alimentati a gasolio che non potranno circolare nella cosiddetta “Fascia Verde” di Roma nelle due fasce orarie. Blocco anche per i ciclomotori e i motoveicoli Euro 0 ed Euro 1 e per gli autoveicoli a benzina Euro 2.

Il 19 gennaio invece è stata disposta la Domenica Ecologica, con la quale si limita la circolazione a tutti i veicoli a motore nella Z.T.L. “Fascia Verde” dalle ore 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 fino alle 20.30. Resta l’interdizione completa all’ingresso nella “Fascia Verde” per i veicoli a motore diesel “Euro 1” ed “Euro 2” e benzina “Euro 1”. Inoltre, il provvedimento prevede che gli impianti termici dovranno essere gestiti in modo da garantire una temperatura dell’aria negli ambienti non superiore a 18 gradi C o 17 gradi in funzione del tipo di edificio. Gli interventi sono stati adottati sulla base dei criteri indicati nel Piano di intervento operativo, come stabilito dalla delibera n.76 del 28 ottobre 2016. I rilevamenti hanno, infatti, evidenziato livelli di inquinamento elevati e una situazione prevista di forte e persistente criticità nei prossimi giorni. Il testo dell’ordinanza e le relative deroghe sono riportati online sul portale di Roma Capitale.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

14 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»