Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ultimo giorno di Paolo Nespoli nello Spazio: “Una sensazione di leggerezza e libertà incredibile”

E' intervenuto su La7 con un collegamento dallo Spazio durante la trasmissione DiMartedì condotta da Giovanni Floris
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il 14 dicembre termina la missione ‘Vita‘ dell’astronauta italiano Paolo Nespoli: domani alle 09.38 è previsto il suo atterraggio nella capsula di rientro Soyuz.

Nei cinque mesi sulla Stazione spaziale internazionale- la missione ha debuttato il 28 luglio – Paolo Nespoli si è dedicato a decine di esperimenti, molti dei quali Made in Italy, e ha mostrato ai suoi tantissimi follower gli scatti mozzafiato della Terra vista dal laboratorio orbitante 400 chilometri sopra di noi.

Ieri sera è intervenuto su La7 con un collegamento dallo Spazio durante la trasmissione DiMartedì condotta da Giovanni Floris. Ecco cos’ha raccontato (e spiegato) riguardo all’assenza di gravità che caratterizza la permanenza in orbita.

Intervista esclusiva di diMartedì su La7 per la tv italiana a Paolo Nespoli, astronauta Esa – missione “VITA ASI” – collegato dalla Stazione Spaziale, registrata grazie alla collaborazione di Agenzia Spaziale Italiana e Agenzia Spaziale Europea

LEGGI ANCHE

Scopri gli esperimenti italiani di Paolo Nespoli durante la missione Vita

Nespoli ritorna sulla Terra: “Andare su Marte? E’ il sogno di tutti gli astronauti”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»