fbpx

Tg Lazio, edizione del 13 ottobre 2020

LUNGHE FILE AI DRIVE-IN, D’AMATO: SUPERATA QUOTA 1 MLN TAMPONI

Lunghe file già da questa mattina nei drive-in di Roma e del Lazio per effettuare il tampone. All’ospedale San Giovanni, alle 10, c’erano ben 180 auto in coda e altre 180 persone in fila al drive-in pedonale. Addirittura 270 le macchine incolonnate al Santa Maria della Pietà, ma la situazione più critica si è registrata al Car di Guidonia, con 213 auto in colonna. “Il nostro obiettivo è arrivare a 20 mila tamponi al giorno” ha spiegato l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, sottolineando che la Regione Lazio ha superato la quota di 1 milione di tamponi eseguiti. A rilento anche i laboratori privati. Finora, su 94 strutture che hanno manifestato l’interesse a effettuare i test rapidi antigenici, solo una decina sono operativi alla tariffa concordata.

MONTESANO CON SALVINI SENZA MASCHERINA, FERMATO DALLA POLIZIA

Enrico Montesano ha scelto piazza Montecitorio per la sua prima uscita pubblica da disobbediente senza mascherina. Dopo alcune foto con i simpatizzanti e qualche scatto con Matteo Salvini, l’attore è stato fermato dalla Polizia che gli ha intimato di indossare la mascherina. Un confronto finito tra le urla. “Non riesco a respirare, mi fa male” ha gridato agli agenti con la mascherina abbassata, mentre loro retrocedevano per timore di essere contagiati. “La legge impone di andare a viso scoperto” ha aggiunto, finché è intervenuta la moglie: “Andiamo Enrico, non ci facciamo arrestare” ha detto al marito, prima di allontanarsi su via del Corso.

RAGGI: CHIESTO A GOVERNO RISORSE PER BAR, RISTORANTI E NEGOZI

“Ho chiesto al governo risorse per ristoranti, negozi, hotel. Dietro ogni saracinesca chiusa c’e’una persona, una famiglia che ha perso il proprio lavoro”. Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, il giorno dopo essere inervenuta alla Conferenza Governo-Regioni sulle nuove misure anti-Covid. “Roma piu’ di altre città ha sofferto la crisi del Covid perche’ i flussi turistici si sono interrotti per mesi ha sottolineato Raggi, lanciando poi un appello: “Non possiamo rischiare che tante famiglie siano travolte dalla crisi. Progettare la ripresa significa anche sostenere oggi baristi, ristoratori, commercianti. Mettiamoci la faccia”.

AGRICOLTURA, 10 MLN A RISTORATORI PER ACQUISTO PRODOTTI LAZIO

Un contributo del 30%, da un minimo di 500 a un massimo di 5mila euro, sull’acquisto di prodotti rigorosamente made in Lazio – come vini, oli, formaggi e salumi – da parte di ristoranti, agriturismi e aziende di catering del territorio. E’ quanto prevede il bando ‘Bonus Lazio Km 0’, un contributo a fondo perduto di 10 milioni di euro, presentato oggi dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che ha spiegato: “Siamo tra le prime Regioni ad adottare questo provvedimento all’interno di una strategia per combattere la risalita della curva del Covid e aiutare i settori produttivi che hanno bisogno di essere sostenuti almeno fin quando ci sarà il vaccino”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

13 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»