Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Speranza: “L’epidemia si espande, verso nuovi divieti di spostamento”

Il ministro riferisce sullo stato dell'epidemia in Italia: "Il governo ritiene inevitabile prorogare al 30 aprile stato di emergenza"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’epidemia è nuovamente in una fase espansiva“. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, riferendo oggi alla Camera sulle nuove misure per fronteggiare l’emergenza da Covid-19. Nel nuovo dpcm, intanto, è intenzione del governo confermare il divieto di spostamento anche in zona gialla e vietare l’asporto dopo le 18 dai bar e stabilire l’ingresso in area arancione di tutte le regioni a rischio alto. E’ inoltre intenzione del governo “riaprire i musei” nelle regioni in area gialla. 

“Questa settimana c’è un peggioramento generale della situazione epidemiologica in Italia, aumentano le terapie intensive, l’indice Rt e focolai sconosciuti. Non facciamoci fuorviare. L’epidemia è nuovamente in una fase espansiva. Quando tutti i parametri peggiorano contemporaneamente abbiamo l’obbligo di prendere nuove misure e il governo ritiene inevitabile prorogare al 30 aprile stato di emergenza“.

IN PRIMO TRIMESTRE 2021 ATTESO OK A VACCINO JOHNSON & JOHNSON

“Nel primo trimestre 2021 è attesa l’autorizzazione anche del vaccino di Johnson & Johnson”, annuncia Speranza. “I risultati del vaccino italiano ReiThera sono molto incoraggianti- ha proseguito- Siamo ragionevolmente fiduciosi che un aumento delle dosi disponibili avverra’ in tempi non lunghi, aspettiamo certi che Ema e Aifa non perderanno neanche un giorno nel loro lavoro. Vogliamo correre, ma dobbiamo farlo nell’assoluta sicurezza, ecco perche’ dobbiamo dare agli scienziati tutto il tempo necessario”. Speranza ha quindi fatto sapere: “Stiamo lavorando parallelamente ad organizzare le forze e l’Italia è pronta a mettere in campo una squadra forte: si aggiungeranno 40mila medici ed entreranno in campo anche le farmacie”.

“In un clima positivo di dialogo sono convinto che la stragrande maggioranza degli italiani deciderà di vaccinarsi senza ricorrere all’obbligo. Per il governo- ha proseguito Speranza– resta comunque fondamentale l’obiettivo dell’immunità di gregge, che perseguiamo con ogni energia”. Per il ministro, infine, è una “soddisfazione per tutti vedere che oggi siamo i primi in Ue per somministrazione dei vaccini anti-Covid”.

L’AREA BIANCA

 Il nuovo dpcm stabilisce una quarta area bianca, oltre a quella gialla, arancione e rossa. A farlo sapere il ministro della Salute, Roberto Speranza, riferendo oggi alla Camera sulle nuove misure per fronteggiare l’emergenza da Covid-19. “L’area bianca- ha spiegato- si attivera’ con un’incidenza di 50 casi settimanali ogni 100mila abitanti ed un Rt sotto il valore di 1”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»