Dj morta a Messina, i legali del marito: “Chi sa, parli”

Nella zona di Caronia, intanto, proseguono le ricerche del figlio della coppia, Gioele, di quattro anni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PALERMO – “Chi ha visto qualcosa che potrebbe risultare utile alla ricostruzione dei passi che hanno preceduto questo tragico evento parli con gli inquirenti: potrebbe dare loro un input utile per indirizzarli nella ricerca del piccolo Gioele”. Lo afferma alla Dire l’avvocato Pietro Venuti, legale della famiglia di Daniele Mondello nella vicenda della morte della moglie, la dj Viviana Parisi il cui corpo e’ stato ritrovato sabato in una boscaglia poco lontano dall’autostrada A20 Messina-Palermo. Nella zona di Caronia, intanto, proseguono le ricerche del figlio della coppia, Gioele, di quattro anni. 

LEGGI ANCHE: Mamma e bimbo di 4 anni scomparsi dopo un incidente stradale, ricerche in corso a Messina

VENUTI: “DALL’AUTOPSIA DI VIVIANA FRATTURE COMPATIBILI CON CADUTA DALL’ALTO”

L’autopsia sul corpo di Viviana Parisi, la dj di origini torinesi trovata morta sabato scorso in una boscaglia poco distante dall’autostrada Messina-Palermo, “ha accertato una serie di fratture compatibili con una caduta dall’alto”. Cosi’ l’avvocato Pietro Venuti, legale della famiglia di Daniele Mondello, marito della donna, al telefono con la Dire. Una delle ipotesi sulla causa della morte della donna e’ la caduta, volontaria o accidentale, dal traliccio dell’alta tensione nei pressi del quale e’ stato ritrovato il corpo.

LE RICERCHE DEL PICCOLO GIOELE PROSEGUONO

Vanno avanti senza sosta le ricerche del piccolo Gioele, il bimbo di quattro anni scomparso lunedi’ scorso assieme alla madre, la dj di origini torinesi Viviana Parisi, poi ritrovata morta in una boscaglia poco lontano dall’autostrada Messina-Palermo. Al lavoro cinofili ed esperti in topografia applicata al soccorso dei vigili del fuoco, forze dell’ordine, personale della Protezione civile e agenti del Corpo forestale. L’autopsia sul corpo della donna, eseguita ieri all’ospedale Papardo di Messina, non ha chiarito le cause della morte e per questo, come spiegato dal medico legale Elvira Ventura Spagnolo, il ventaglio delle ipotesi resta intatto: non e’ possibile escludere nulla.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

12 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»