Governo, Marcucci: “Arriviamo a nuovo esecutivo, di che natura si vedrà”

"Pronti ad ascoltare conte in Aula"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’obiettivo di oggi è quello di arrivare ad un nuovo governo, di che natura dovrà essere, lo vedremo in seguito. La crisi dovrà essere totalmente parlamentarizzata: le comunicazioni di Conte saranno la priorita’”. Cosi’ il capogruppo del Pd al Senato Andrea Marcucci aprendo l’assemblea dei senatori.

MARCUCCI: DA CASELLATI FORZATURA, UMORI SALVINI NON SONO EMERGENZA NAZIONALE

“La presidente Casellati, con una chiara forzatura di parte, vuole convocare l’aula domani. Gli umori ed i diktat di Salvini non sono ancora emergenza nazionale. Alla conferenza dei capigruppo, noi faremo sponda con chi ci sta, solo sulle norme e sul calendario”.

MARCUCCI: PRONTI AD ASCOLTARE CONTE IN AULA

“Vediamo se la richiesta che ci è giunta dal presidente Conte di essere ascoltato dalle aule parlamentari è confermata o meno, ma la pretesa di Salvini di dettare l’agenda della crisi e’ fuoriluogo”. Secondo Marcucci “non ci sono assolutamente i tempi tecnici per convocare l’aula del Senato domani, se questa è l’intenzione della presidente Casellati si rischia “una forzatura senza precedenti”. Il senatore Franco Mirabelli spiega che in caso di richiesta del premier di intervenire l’aula sarà convocata per ascoltarlo “prima di qualunque dibattito sulle sfiducia”.

MARCUCCI: NON È SPACCATO, LINEA CONCORDATA CON ZINGARETTI

“La spaccatura nel Pd non c’è, ho partecipato a una riunione con Zingaretti e Gentiloni e la linea e’ una ed è concordata con la segreteria”. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

12 Agosto 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»