VIDEO |In Sicilia ‘pirata’ ubriaco investe e uccide due bimbi col Suv

È accaduto nel piccolo centro di Vittoria, nel Ragusano. L'uomo, pregiudicato, era sotto l'effetto di alcol e droga e ha fatto un sorpasso a folle velocità in un vicolo del paese
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Un sorpasso azzardato a folle velocità all’altezza di un incrocio, in pieno centro, con un tasso alcolemico pari quasi a quattro volte quello consentito: poi la perdita del controllo dell’auto e lo schianto contro due cuginetti di 11 anni seduti sul gradino di casa dei vicini. Questa la dinamica dello spaventoso incidente che  a Vittoria, nel Ragusano, ha causato la morte di un bimbo, Alessio D’Antonio, falciato da un suv guidato da un 37enne, R.G., che dopo essersi dato alla fuga è stato rintracciato e arrestato.

La scena che si è presentata davanti ai soccorritori, in via IV aprile, è stata agghiacciante con i due bambini falciati dall’auto, mentre un terzo ragazzino era riuscito a mettersi in salvo in tempo. I due bambini colpiti sono stati trasportati all’ospedale ‘Guzzardi’, dove però uno è giunto già morto. L’altro ferito gravemente è stato operato per cinque ore e successivamente trasferito in elicottero al Policlinico di Messina, ma non ce l’ha fattaIl piccolo, che aveva 12 anni e che nell’incidente aveva perso l’uso delle gambe, è morto nell’Unità operativa di Terapia intensiva pediatrica del Policlinico di Messina. 

A bordo altri tre passeggeri, tutti fuggiti subito dopo l’impatto ma rintracciati dalla polizia: in un primo momento avrebbero cercato di coprire le responsabilità del 37enne, ma in seguito hanno raccontato tutto. Interrogati tutta la notte negli uffici del commissariato di Vittoria, gli amici dell’arrestato sono stati denunciati a piede libero per omissione di soccorso e favoreggiamento personale. Il guidatore del suv, invece, è stato arrestato per omicidio stradale aggravato dallo stato di ubriachezza, per essersi dato alla fuga. Il 37enne, inoltre, ha confessato agli agenti di avere fatto uso di cocaina, mentre a bordo dell’auto sono stati scoperti un manganello telescopico e una mazza da baseball.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

12 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»