VIDEO | Terra dei fuochi, Costa: “Troppi roghi, non è ammissibile”

Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa oggi a Napoli per un comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica convocato dal prefetto di Napoli Marco Valentini sul tema della Terra dei Fuochi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

di Nadia Cozzolino e Elisa Manacorda

NAPOLI –  “Ci sono troppi incendi e non va bene. Non e’ ammissibile che ognuno che apre la finestra possa trovare fumo davanti casa. Non e’ ammissibile, basta roghi“. Parola del ministro dell’Ambiente Sergio Costa oggi a Napoli per un comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato dal prefetto di Napoli Marco Valentini sul tema della Terra dei Fuochi. Costa ha parlato dei roghi che si sono succeduti nelle ultime ore in alcuni comuni dell’area Nord di Napoli. “Perche’ quando si muove il ministro dell’Ambiente – si chiede Costa – il giorno prima ci sono incendi particolari? Perche’ ci stiamo inserendo nel contrasto a un business criminale. I criminali possono dare il messaggio che lo Stato puo’ essere sbeffeggiato? No. La Repubblica italiana non puo’ essere presa a sberleffi, va incrementata la cinturazione di polizia, oltre a quello che si sta facendo, perche’ i criminali vanno assicurati alla giustizia”. “Il comitato congiunto Napoli e Caserta ha fatto un punto estremamente operativo su pattuglie, videocamere, rifiuti da togliere”, ha detto Costa, ricordando l’accordo sottoscritto per installare telecamere di videosorveglianza a Caivano e Giugliano in Campania. “Non penso alla campagna elettorale – ha proseguito il ministro – ma adesso dal 21-22 settembre ci saranno i nuovi sindaci. Il mio auspicio e’ che collaborino, non mi interessa il colore politico di chi governera’”. Anche in Regione “chiunque sara’ il presidente, chiedo che firmi questo accordo di programma con il ministero. Dopo il 22 settembre chiedo di sedersi al tavolo perche’ la Regione faccia la sua parte in questa partita”.

COSTA: “ORA GIUGLIANO È SITO DI INTERESSE NAZIONALE”

Voglio ringraziare il parlamento italiano perche’ nel dl Semplificazioni noi abbiamo ottenuto che l’area vasta di Giugliano fosse trasformata in sito di interesse nazionale”. Cosi’ il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, a margine di una iniziativa a Giugliano in Campania (Napoli). Questo significa, chiarisce, che “le bonifiche si faranno con fondi europei, con il coordinamento del ministero dell’Ambiente e con soggetto attuatore la Regione Campania insieme ai sindaci”. Una volta superate le elezioni, sottolinea Costa, “chiamo il prossimo presidente della Regione Campania e i sindaci al tavolo ministeriale per sapere che idea hanno su questa area, facciamo le perimetrazioni e – conclude – partiamo con le bonifiche”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

11 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»