Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Domani il Giro d’Italia arriva in Emilia-Romagna, il benvenuto di Bonaccini

Giro d'Italia Bologna
La quarta tappa della gara ciclistica va da Piacenza a Sestola: 186 chilometri con un dislivello di 1.800 metri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Domani il Giro d’Italia arriva in Emilia-Romagna, con la quarta tappa da Piacenza a Sestola, 186 chilometri e un dislivello di 1.800 metri e arrivo in quota. La frazione prevede una prima parte fino a Parma, rettilinea e pianeggiante lungo la statale 9, passando per Pontenure, Roveleto (frazione del Comune di Cadeo), Fiorenzuola D’Arda, Fidenza, Sanguinaro e Ponte Taro. Poi la strada si rizzerà sotto i pedali: dopo Montecreto la corsa arriva a Fanano dove inizia la salita di Colle Passerino con pendenze per lunghi tratti oltre il 10% e punte prolungate del 13-14%. Sarà il primo snodo cruciale della corsa rosa.

“Voglio dare un caloroso benvenuto ai ciclisti, alle squadre, agli organizzatori di questa straordinario evento sportivo che ogni anno ripete il suo miracolo, facendoci sognare”, afferma il presidente della Regione, Stefano Bonaccini. “Benvenuti in Emilia-Romagna, terra generosa e ospitale, terra di appassionati delle due ruote, legata indissolubilmente al Giro cui ha dato tanti campioni”. È con particolare orgoglio, conclude il governatore, “che ospitiamo questa edizione, con ben quattro tappe, che percorreranno tutto il nostro splendido territorio, dalla pianura all’Appennino e fino al mare. Mai come quest’anno abbiamo bisogno di guardare con ottimismo al futuro e il Giro può diventare il simbolo di una ripartenza che, al più presto, vogliamo vera, solida e duratura. Senza abbassare la guardia sulla sicurezza che deve sempre restare al primo posto, ma confortati dai dati sulle vaccinazioni che proseguono a ritmo spedito”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»