hamburger menu

5g-Loginnov, una rivoluzione per le operazioni logistiche e portuali

Perboli (Icoor e Politecnico di Torino): "Più efficienza e meno emissioni"

Pubblicato:09-11-2023 11:34
Ultimo aggiornamento:09-11-2023 11:34
Canale: Mondo Hi-Tech
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – 5G-Loginnov è un progetto visionario, nato da Horizon 2020 focalizzato sull’utilizzo della tecnologia 5G per rivoluzionare le operazioni logistiche e portuali. A Koper, in Slovenia, si è vista completare con successo la sua missione.

Ertico-Its Europe ha coordinato il progetto triennale, avviato nel 2020 che si è appunto concluso con un grande evento finale.

Hanno partecipato oltre 80 rappresentanti di importanti attori del settore logistico, tra cui autorità pubbliche, aziende di trasporto, fornitori di servizi, porti, dogane, spedizionieri, operatori terminali, utenti e accademici.

“Nel corso di 39 mesi, 5G-Loginnov ha riunito un consorzio di 15 beneficiari per implementare tre diversi siti pilota in tutta l’Unione Europea. Questo sforzo collaborativo ha gettato le basi per future innovazioni nel settore logistico.

Al suo centro, 5G-Loginnov ha lavorato instancabilmente per ottimizzare le operazioni di trasporto e traffico nei porti e nei centri logistici attraverso concetti innovativi, applicazioni e dispositivi alimentati dalla tecnologia 5G, dall’Internet delle cose (IoT), dall’analisi dei dati abilitata dall’IA, dai sistemi di gestione del traffico di prossima generazione e dalla mobilità cooperativa, connessa e automatizzata (Ccam)” ha affermato Guido Perboli, membro del consorzio Icoor e professore ordinario del Politecnico di Torino a margine dell’evento.

“Il team che ho avuto il piacere e l’onore di coordinare si è occupato di analizzare e sviluppare i nuovi modelli di business collaborativi emersi nel progetto, l’integrazione dei diversi attori negli stessi e dell’elaborazione di un piano di strategie di business che possano velocizzare l’introduzione delle innovazioni sviluppate nel progetto” ha continuato Perboli.

“Con la conclusione di successo del progetto 5G-Loginnov è evidente che il futuro delle operazioni logistiche e portuali offrano prospettive entusiasmanti. Gli sforzi del progetto hanno aperto la strada a un settore più sostenibile ed efficiente, e ci si aspetta che il suo lascito porti benefici duraturi per gli anni a venire, portando a un importante miglioramento dell’efficienza delle operazioni portuali accanto ad una significativa riduzione delle emissioni associate.

5G-Loginnov ha sostenuto l’efficienza dei porti, ma anche un loro allineamento con la visione dell’industria dei ‘Porti verdi’, portando a una significativa riduzione delle emissioni associate alle operazioni portuali.

Tecnologie quali 5G, comprese nuove generazioni di terminali 5G, IoT e IA si rivelano elementi chiave per sviluppare prodotti e servizi che innovino la catena del valore della logistica portuale.

Accanto allo sviluppo tecnologico, però, si è dimostrata altrettanto basilare l’integrazione in tutto lo sviluppo del progetto di una metodologia per la definizione e lo sviluppo dei modelli di business e della pianificazione della loro introduzione nel mercato”, ha concluso Guido Perboli.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2023-11-09T11:34:34+01:00