Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Coronavirus, Renzi: “Si può fare di più: tutta Italia zona rossa”

Per il leader di Italia Viva "il peggio deve ancora venire". E nei prossimi giorni ci saranno misure ancora più restrittive
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Sul coronavirus il peggio deve ancora venire. E questo vale sia a livello sanitario che a livello economico. L’Italia ne uscirà. Ma per uscirne bisogna fare di più”. Così Matteo Renzi nella enews.

“Le misure che sono state prese sono state comunicate come molto dure. Ma non lo sono. Anzi, io credo che, nei prossimi giorni, servirà altro. Il virus sta correndo molto più velocemente dei nostri decreti. Personalmente, credo che ormai tutta Italia debba essere considerata come una zona rossa”, sottolinea.

“Altrimenti diamo un messaggio contraddittorio. E questo vale anche a livello economico. Tutto il Paese soffre il crollo economico, non solo i focolai. Sappiamo che il problema di questo virus non è la letalità ma i danni che arreca alle strutture sanitarie, perché diffondendosi velocissimo porta al collasso il sistema della terapia intensiva. E per questo dobbiamo limitare il contagio sanitario. Ma il contagio economico non è arrestabile. Dunque c’è solo una zona rossa, si chiama Italia. Interveniamo subito”, conclude.

“GOVERNO SI MUOVA SUBITO, SPIEGHI A UE E MERCATI”

“Si faccia ciò che serve subito. Si immetta liquidità subito. Chi ha credibilità per spiegare queste misure ai mercati e all’Europa, lo farà nelle prossime settimane. Ma adesso ci si muova subito. L’Italia uscirà da questa situazione di emergenza e di crisi. Ma bisogna darsi una mossa, subito”, scrive ancora Renzi nella enews.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»