Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Trecento euro per il green pass falso: tornano le truffe su Telegram

primo giorno green pass a Bologna
Sul gruppo 'No green pass. Vinciamo insieme' un utente propone il certificato verde che simula la vaccinazione per 300 euro e quello da tampone per 50 euro. Con tanto di sconto per acquisti di gruppo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Vuoi un green pass, ma non vuoi farti il vaccino o il tampone? Sul gruppo Telegram ‘No green pass. Vinciamo insieme’ un utente che si fa chiamare Tisma49 mette in vendita due tipi di certificato verde: quello che simula un tampone negativo e quello che simula la vaccinazione. “Offriamo test Pcr e pass per la salute – si legge nel messaggio – Tutti i nostri documenti e i nostri servizi sono registrati sul tuo sito di previdenza sociale da un medico, come se fossi andato a fare il vaccino in un centro“.

LEGGI ANCHE: Lunedì 6 dicembre entra in vigore il super green pass: ecco quando servirà

Basta il numero di sicurezza, nome, cognome, data di nascita e sapere se abbiamo avuto il Covid o meno. “Ci vogliono dodici ore per il codice QR e da due a tre giorni per ricevere il passaporto delle vaccinazioni, se lo desideri” si continua a leggere.

green pass falso telegram truffa

Il costo? Trecento euro per il green pass da vaccinazioni, 50 euro per il test molecolare negativo da farmacia. Come ogni buona offerta però se ci si organizza per un acquisto di gruppo si può usufruire di sconti. Per dieci green pass da vaccinazione si passa dai 300 euro ai 250, il tutto pagabile – secondo quanto riferito all’agenzia Dire – tramite bitcoin o ricariche prepagate Google play. Una volta pagato dovrebbe arrivare in formato Pdf direttamente a casa, ma in realtà, essendo una truffa, si rimane lo stesso senza green pass e con qualche centinaio di euro in meno.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»