Ambiente, al gruppo Zoppas il premio sviluppo sostenibile

Vince progetto Xtreme renew: plastica alimentare 100% riciclata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENEZIA – S.I.P.A. Spa, azienda di Vittorio Veneto del gruppo Zoppas, ha ricevuto oggi ad Ecomondo (Rimini) il premio Sviluppo sostenibile, categoria circular economy, per il suo impianto Xtreme renew. Il premio, istituito da Fondazione per lo Sviluppo sostenibile e da Italian exhibition group, è arrivato alla sua 11esima edizione, ha il patrocinio del ministero dell’Ambiente, e gli è stata conferita la medaglia del presidente della Repubblica.

Il progetto Xtreme renew

Xtreme renew, il progetto premiato, è invece il primo sistema per la produzione di preforme per uso alimentare con il 100% di Pet riciclato, partendo da scaglie e in un unico ciclo di riscaldamento. Unico al mondo, è in grado di riutilizzare gli scarti industriali nello stesso processo produttivo rendendolo economico e sostenibile, con una consistente riduzione dei consumi di energia e di emissioni di Co2 in atmosfera.

Zoppas: “Le istituzioni devono impegnarsi di più per favorire l’economia circolare”

“Siamo molto orgogliosi di ricevere un riconoscimento prestigioso come il premio dello Sviluppo sostenibile. La nostra azienda è in prima linea sulla frontiera della green economy e con noi tante altre aziende italiane che, grazie a innovazione, ricerca e tanta passione, lavorano per fare economia nel rispetto dell’ambiente”, commenta Gianfranco Zoppas, presidente di Zoppas industries. Se però è vero che “l’impresa italiana è avanti, lo stesso ancora non si può dire per le istituzioni, che devono riconoscere e facilitare questa nostra naturale capacità di fare economia circolare”, attacca Zoppas avanzando la richiesta alle istituzioni di “un maggior impegno per migliorare la qualità della raccolta della plastica”, l’eliminazione “dell’incomprensibile limite del 50% all’uso di plastica riciclata nei contenitori alimentari”, in modo da consentire la produzione di “bottiglie al 100% di rpet, come avviene in tutto il resto d’Europa”, e ancora l’utilizzo della “leva fiscale per incentivare e stimolare l’uso dei prodotti riciclati rispetto a quelli di plastica vergine”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»