Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | Pisano: “Connettività a tutti per colmare il digital divide”

Lo ha spiegato la ministra dell’Innovazione Paola Pisano ieri a Napoli per inaugurare l’Innovation Hub di Terna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – La propensione all’innovazione “deve essere al primo posto in un Paese che vuole aumentare la propria competitività. E’ fondamentale dare il giusto ruolo alla trasformazione digitale, facendo diventare l’innovazione una misura strutturale del Paese”. Parola di Paola Pisano, ministra per l’Innovazione, oggi a Napoli per inaugurare l’Innovation hub di Terna.

Tra le priorità del governo deve esserci “la razionalizzazione degli investimenti nelle infrastrutture”, comprese quelle digitali, e una “forte attenzione alla formazione, alle tecnologie usate per l’uomo, all’open innovation. Bisogna lavorare insieme alle start-up – sottolinea Pisano – per migliorare i rapporti tra le start-up e le grandi aziende, con l’obiettivo anche di inglobare le nuove imprese all’interno di grosse aziende”.

La ministra insiste quindi “sull’importanza del pubblico” che deve diventare “un attore principale nella partnership con le aziende” ma anche “un soggetto che fa domanda e offerta di innovazione”.

Per colmare il digital divide – prosegue -“la prima cosa da fare è dare la connettività a tutti. La seconda cosa è favorire la diffusione di servizi che possano essere utilizzati agevolmente dai cittadini. Stiamo scrivendo una strategia e mettendo in lista una serie di attività che faremo. Ad oggi il nostro Paese ha questo problema relativo alla connettività e all’utilizzo delle tecnologie. Sono problemi che vanno affrontati: l’infrastruttura tecnologica – ha aggiunto la ministra dell’Innovazione – deve arrivare in alcune zone, sia con la banda sia con altre innovazioni come il 5G”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»