Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Giornale radio sociale, edizione del 7 novembre 2019

Giornale radio a cura di http://www.giornaleradiosociale.it/
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

DIRITTI – La sicurezza dell’esclusione. Le politiche migratorie del primo governo Conte, con l’abolizione della protezione umanitaria, porteranno a una vera emergenza sociale. Ai nostri microfoni Livia Zoli di ActionAid che insieme a OpenPolis ha presentato un rapporto sul tema. 

SOCIETA’ – Dilloagiulia. È il nome della piattaforma online risultato concreto della campagna #donotcover, finanziata dal dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Brescia. Il sito, infatti, è un luogo dove le vittime di omotransfobia possono lasciare una testimonianza in anonimo degli abusi subiti, mostrando agli italiani come si concretizzi la discriminazione nei confronti delle persone lgbt.

ECONOMIA – Sulla strada della legalità. Quarta edizione del Bando Beni Confiscati, promosso dalla Fondazione Con il Sud insieme alla Fondazione Peppino Vismara. Le sette iniziative selezionate coinvolgono complessivamente circa 50 organizzazioni tra associazioni, cooperative sociali, istituzioni locali e università.

INTERNAZIONALE – Bye bye. Gli Stati Uniti escono dall’accordo di Parigi. Trump continua la sua opera negazionista sui cambiamenti climatici. Greenpeace parla di “mossa parassita”. Gli States sono i maggiori responsabili delle emissioni globali di CO2. Per l’associazione ambientalista il presidente tiene “l’America ferma al passato dei combustibili fossili, mentre la Cina e le altre nazioni diventano leader del 21esimo secolo”.

CULTURA – Volumi in cenere. A Roma la libreria Pecora elettrica brucia di nuovo. Doveva riaprire oggi dopo mesi di chiusura dovuti a un altro incendio di origine dolosa. Il servizio è di Clara Capponi. 

SPORT – Figurine in mostra. Due secoli di bici e di storia del costume e della società al Museo della Figurina di Modena. Un lungo viaggio dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri. I primi ciclisti, gli amori a due ruote e i campioni raccontano una delle più grandi rivoluzioni dei tempi moderni.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»