hamburger menu

Libano, voci dalla base avanzata Unifil dove si monitora h24 la Blue Line

La linea tra Israele e Libano che è sotto osservazione costante della missione a garanzia di pace e stabilità

07/05/2022
missione unifil-min

Dalla nostra inviata Silvia Mari

SHAMA (LIBANO) – Monitoraggio, osservazione giorno e notte e report dei dati da analizzare. È questa l’attività della Base avanzata UNP 1-31 Unifil che si trova a ridosso della Blue Line, la linea tra Israele e Libano che è sotto osservazione costante della missione a garanzia di pace e stabilità. “Sono qui con il mio plotone a controllare quanto sancito dalla risoluzione 1701”, spiega alla Dire il maresciallo ordinario Sonia Marta Porcelluzzi, la comandante del plotone della Base avanzata Unifil .

Il capitano Ludovico De Giacomi, comandante di squadrone, ha parlato anche, tra le attività sul campo, della “condotta di pattuglie in tutta l’area di operazione anche su porzioni di territorio che si estendono verso Nord” della stessa. Il mandato in questo tipo di base dura due mesi.



FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-10T14:01:31+02:00