Coronavirus, Arcuri avverte: “Non siamo vicini a uscita, no a ‘Liberi tutti’. Non fare errori a Pasqua”

Il commissario per l'emergenza Covid-19 avvisa tutti: "Non siamo a pochi passi da un'ipotetica 'ora x' che ci riporterà alla situazione di prima"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Non siamo a pochi passi dall’uscita dall’emergenza, non siamo a pochi passi da un’ipotetica ‘ora x’ che ci riporterà alla situazione di prima. Nulla di più sbagliato di pensare a un liberi tutti”. Lo dice il commissario straordinario al coronavirus Domenico Arcuri, in conferenza stampa alla Protezione civile. “Rinnovo la richiesta a non rendere inutili i sacrifici alle nostre spalle”, aggiunge.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Il contagio da Covid? Molto più semplice di quanto si pensi

“A PASQUA ATTENZIONE A NON COMMETTERE ERRORI”

“Fondamentale nel periodo pasquale sarà continuare a rispettare il distanziamento sociale e le misure di prevenzione. Non commettiamo errori nei prossimi giorni, saranno fondamentali. Dobbiamo tenere sempre entrambi gli occhi aperti, uno che guarda con speranza le statistiche e l’altro che guarda le impietose simulazioni che segnalano il pericolo reale che ci dicono cosa succederebbe se sbagliassimo qualcosa”, dice ancora il commissario per l’emergenza Arcuri.

LEGGI ANCHE: Svolta in Emilia-Romagna: da mercoledì mascherine gratis per tutti

“SU PREZZI MASCHERINE SPECULAZIONE INSOPPORTABILE”

“Una mascherina chirurgica non può essere rivenduta ad un prezzo dieci volte superiore del suo costo. Questa non è libertà di mercato ma speculazione insopportabile”, aggiunge ancora Arcuri.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

7 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»