Whirlpool, dagli operai una panchina blu: è il simbolo della lotta dei lavoratori

whirlpool_panchina blu
L'iniziativa, sostenuta dall'amministrazione comunale di Napoli, è stata organizzata dalle lavoratrici e dai lavoratori della sito di Napoli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro“. Il testo dell’articolo 1 della Costituzione è impresso sulla panchina di colore blu che da questa mattina è installata in piazza Dante, a Napoli. L’iniziativa, sostenuta dall’amministrazione comunale di Napoli, è stata organizzata dalle lavoratrici e dai lavoratori della Whirlpool di via Argine che hanno inteso apporre in città un ulteriore simbolo della lunga battaglia che stanno conducendo per preservare il proprio posto di lavoro.

“In questi giorni il tema del lavoro è ritornato nella sua drammaticità – ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, presente all’iniziativa – anche nelle ultime ore, con la morte di questa mamma di 22 anni, Luana, morta in una maniera orribile in una fabbrica. La scritta che abbiamo voluto mettere su questa panchina è potente nella sua forza, ma anche nella sua non attuazione. L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro? Non è così, lo dimostrano le vicende delle lavoratrici e dei lavoratori della Whilrpool che non mollano ma che non vedono attuato questo diritto”.

“Siamo in piazza per sostenere questa iniziativa simbolica. Una panchina blu – ha detto il segretario generale Fiom Cgil Campania, Massimiliano Guglielmi – per ribadire che non resteremo in panchina, anzi continueremo le nostre azioni di lotta fino a quando istituzioni e azienda faranno rispettare accordi, panchina per dire che siamo contro ogni forma di discriminazione e per noi non avere lavoro a Napoli e in Campania, sottrarre lavoro a decine di famiglie e’ una forma di discriminazione. Si devono rispettare gli accordi, andremo a sostenere con forza le ragioni della vertenza. Napoli non molla”. “Va mandato anche oggi un segnale forte al governo e ai lavoratori che continuano a combattere per difendere il loro lavoro. Whirlpool – ha ribadito il segretario generale Cgil Napoli e Campania, Nicola Ricci – deve continuare a produrre lavatrici a via Argine. Altre soluzioni non ce ne sono e non ne vogliamo ipotizzare. Il governo riporta l’azienda al tavolo di confronto per dare risposte serie e chiare”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»