Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Celletti (TopNetwork Spa): “Innovazione e intelligenza artificiale per rivoluzionare la Pa”

intelligenza artificiale digitale
L'amministratore delegato dell'azienda TopNetwork Spa: "L'Italia è indietro ma le pubbliche amministrazioni si rendono conto che fanno fatica a seguire le evoluzioni che i cittadini chiedono. E si possono anche creare nuove opportunità di lavoro"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sulla digitalizzazione “l’Italia ora è indietro, ma non è detto che sia per forza un aspetto negativo. Forse partendo oggi, coi manager e le aziende adeguate si può fare il grande salto perché si riesce a diventare digitali, in ritardo, sfruttando le nostre tecnologie“. Così Franco Celletti, amministratore delegato di TopNetwork Spa, intervistato dall’agenzia Dire.

“Noi ci stiamo provando – continua l’ad – la risposta è abbastanza positiva perché le pubbliche amministrazioni si rendono conto che sono indietro e fanno fatica a seguire le evoluzioni che i cittadini chiedono. Questi strumenti dovrebbero permettere loro di essere più efficienti, e a noi di creare nuove opportunità di lavoro“. Sull’intelligenza artificiale “abbiamo fatto alcune app, come per esempio quella per i Vigili del Fuoco che velocizza le operazioni di ricerca dei dispersi grazie ai droni. È un banale esempio, ma l’intelligenza artificiale si può applicare davvero in tutti gli altri settori, c’è una logica simile. Forse è complicato da spiegare, ma è facilmente applicabile in tutti i settori”, assicura Celletti.

Un nuovo fondo francese, Smart4 Engineering, punta su TopNetwork Spa. “È entrato ad agosto, volevamo crescere in una nuova famiglia per avere più capacità economico-finanziaria e il fondo ha creduto in noi. Siamo stati la prima azienda italiana che ha acquisito qui in Italia, ora farà altri investimenti in Spagna, Francia, Portogallo e ancora qui da noi”, spiega l’ad di TopNetwork Spa Franco Celletti, intervistato dall’agenzia Dire.


Il fondo Smart4 Engineering “ci ha scelto perché ci considera una società tecnologicamente avanzata – prosegue Celletti – con una capacità di crescita estremamente elevata tanto che nel giro di 3-4 mesi abbiamo già presentato acquisizioni di altre aziende”. Una parte della proprietà “è sempre italiana, siamo rimasti all’interno, io coi vecchi soci – sottolinea – e nel giro di poco tempo riteniamo di fare una crescita tecnologica e finanziaria molto importante”.


Smart4 Engineering, ribadisce l’ad di TopNetwork Spa, “ci ha riconosciuto la capacità e la voglia di innovarci. Abbiamo portato avanti il progetto di un polo informatico di eccellenza ad Agrigento, siamo andati un po’ a rilento col Covid però alla fine abbiamo raggiunto più del 50% delle persone che avremmo dovuto inserire, circa 20-22 persone ora lavorano sul progetto. Abbiamo portato anche i giovani sull’attività, facendo formazione. Su questo aspetto siamo contenti, ora con il fondo stiamo pensando di aprire un polo ulteriore al Sud, non solo legato a TopNetwork, ma che rientri anche tra le società che il fondo ha già in Europa”, conclude Celletti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»