Venezia 75, The Sisters Brothers: Jacques Audiard reinventa il western

John C. Reilly: “Il personaggio di Eli mi e’ apparso molto vicino a me nel modo in cui mi muovo nella vita”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Per ‘The Sisters Brothers’ solo applausi. La 75esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia– che si terra’ fino all’8 settembre- acclama il film di Jacques Audiard che vede come protagonisti Joaquin Phoenix, Jake Gyllenhaal, John C. Reilly e Riz Ahmed.
Sicari, splatter, due fratelli uniti dall’eredita’ alcolica del padre e dal ‘bang’ della pistola. Questi sono gli elementi che compongono ‘The Sisters Brothers’. Un film che ricorda il vecchio western ma reso accattivante da dialoghi divertenti e dal carisma dei protagonisti. Tra i colpi d’arma da fuoco si fa spazio il lato umano dei fratelli Sisters, in particolar modo di Eli, interpretato da John C. Reilly. Audiard porta al cinema un cowboy sui generis: si masturba, piange per un cavallo morto e per una donna, si lava i denti leggendo le istruzioni su come fare e torna bambino con un abbraccio della mamma. Ed e’ proprio questo a rendere il film tanto assurdo quanto divertente.
“Il personaggio di Eli mi e’ apparso molto vicino a me nel modo in cui mi muovo nella vita”. Cosi’ John C. Reilly in conferenza stampa. “Durante le riprese, cavalcare e’ stata una sfida per me: ogni volta che Jacques diceva ‘ciak’, il mio cavallo soffriva di flatulenza. A parte gli scherzi, la sfida piu’ grande e’ stata quella di lavorare con Joaquin Phoenix, lui e’ senza pari”.
Il regista francese racconta le vicende di Charlie (Joaquin Phoenix) ed Eli Sisters (John C. Reilly), due fratelli che vivono in un mondo selvaggio e ostile. Hanno le mani sporche di sangue: sangue di criminali, ma anche di innocenti. Non hanno scrupoli a uccidere. E’ il loro lavoro. Charlie, il fratello piu’ giovane, e’ nato per uccidere. Eli, invece, sogna una vita normale. Il Commodoro li ingaggia per scovare un uomo e ucciderlo. Comincia cosi’ una spietata caccia dall’Oregon alla California: un viaggio iniziatico che mettera’ alla prova l’insano legame tra i due fratelli. Un sentiero che condurra’ alla loro umanita’?
‘The Sisters Brothers’ e’ un viaggio alla ricerca dei piccoli momenti di felicita’ e ha come destinazione l’isola dei grandi valori, primo fra questi la famiglia.

di Lucrezia Leombruni

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»