“Le ricercatrici dello Spallanzani sul palco di Sanremo”, parte l’appello

"Dare spazio all'eccellenza della ricerca italiana sul palco di Sanremo": parte l'appello per un tributo alle tre ricercatrici dello Spallanzani che hanno isolato il coronavirus
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Altro che Junior Cally con i suoi testi pieni di turpiloquio e addirittura in passato di parole violente sulle donne. Alla luce del sorprendente risultato raggiunto ieri sul coronavirus dal team di ricerca dell’Istituto Spallanzani di Roma, dove i virologi sono riusciti per primi in Europa a isolare il nuovo virus del coronavirus responsabile dell’epidemia che sta preoccupando il mondo, ieri alcuni esponenti di Forza Italia hanno lanciato un appello per chiedere che le ricercatrici abbiano uno spazio all’interno del festival di Sanremo. Un “doveroso riconoscimento” per le protagoniste di questo team di ricerca – sì perchè si tratta di un team tutto al femminile che vede in prima fila la ricercatrice precaria Francesca Colavita insieme a Concetta Castilletti e alla direttrice del laboratorio Maria Capobianchi- a cui tutto il mondo in queste ore sta guardando per il traguardo raggiunto e che testimoniano il valore della ricerca italiana.

MULE’ (FI): SANREMO DIA SPAZIO A RICERCATRICI SPALLANZANI

“Tutta l’Italia si sta giustamente inchinando alle straordinarie ricercatrici dello Spallanzani che hanno isolato il coronavirus. Avendo trasformato il palco di Sanremo in un momento di riflessione sulla condizione femminile mi auguro che si trovi spazio per esaltare le tre fantastiche scienziate guidate da Maria Rosaria Capobianchi, direttrice del laboratorio di virologia di Roma”, ha chiesto ieri il deputato di Forza Italia e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato, Giorgio Mulé. “Si dia spazio a loro, a tre donne italiane che sono vanto nel mondo: basterebbe collegarsi con lo Spallanzani durante il festival e ci risparmieremo così inutili polemiche intorno ad altri interventi previsti”, ha aggiunto. 

GALLONE (FI): SANREMO DIA SPAZIO A RICERCATRICI

“Concordo in pieno con il portavoce dei gruppi di Forza Italia e mio collega in commissione di Vigilanza Rai: il palco di Sanremo diventi palcoscenico per le tre ricercatrici dello Spallanzani di Roma che hanno isolato il Coronavirus. Visto che il festival di quest’anno vuole essere ribalta per le donne, diamo spazio ad autentiche eccellenze. È il modo migliore per rendere onore a donne straordinarie e alla ricerca italiana. Anche questo vuol dire fare con serietà servizio pubblico”. Così la vicepresidente dei senatori di Forza Italia, Alessandra Gallone, componente della Vigilanza Rai.

RAVETTO (FI): SANREMO VALORIZZI SCIENZIATE

Stessa richiesta anche dalla deputata di Forza Italia Laura Ravetto: “Concordo con il collega Mulé: il palco di Sanremo offra il giusto tributo alle scienziate che hanno isolato il Coronavirus. Credo che sarebbe un doveroso messaggio di tributo a queste donne eccezionali, nonché un messaggio di incoraggiamento per tutte quelle ragazze che studiano e sognano di arrivare a simili livelli nella società”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

3 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»