Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Bianchi: “Via la mascherina in classe se tutti vaccinati”

scuola mascherina
"Pronti a riaprire in presenza e in sicurezza dal 13 settembre"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Le regole per la ripartenza sono mascherina, distanziamento dove possibile, e igiene. Con un’accortezza a cui teniamo molto: le classi con tutti i vaccinati possono togliere la mascherina“. Così il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi intervenuto durante la conferenza stampa presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio.

LEGGI ANCHE: Scuola, Tar Lazio boccia ricorsi contro obbligo di green pass. Ministero: “Pochi non in regola”

“Ieri tutte le nostre scuole hanno riaperto con il mandato di portare poi dal 13 settembre tutti i nostri ragazzi in presenza e in sicurezza- ha detto Bianchi in apertura- Un’operazione avvenuta dopo un lungo lavoro preparatorio. Durante l’estate abbiamo finanziato 32.500 progetti che hanno permesso di recuperare 1milione e 650mila ore di scuola. Questo ci ha permesso di arrivare a settembre con una grande voglia e partecipazione, che si è espressa con i dati delle vaccinazioni”. Bianchi ha spiegato che i vaccinati nella fascia tra i 16 e i 19 anni “aumentano sempre di più” e che il commissario straordinario Figliuolo farà uno screening per la fascia d’età 6-14 in vista della ripresa dell’anno scolastico“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»