Ue, Von der Leyen alla Commissione e Lagarde alla Bce: governo italiano soddisfatto

von-der-leyen
L'annuncio su Twitter del presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, dopo giorni di trattative
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo giorni di trattative serrate, è arrivata la fumata bianca: la nuova presidente della Commissione europea sarà la ministra della Difesa tedesca Ursula von der Leyen. Lo annuncia su Twitter il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk.

L’accordo, arrivato su impulso dell’asse franco-tedesco tra i presidenti Macron e Merkel dopo il fallimento della proposta Tiemmermans, prevede un accordo totale anche sulle altre cariche dell’Unione Europea: alla guida della Bce la francese Christine Lagarde, attuale direttrice del Fondo monetario internazionale, alla presidenza del Consiglio, il premier liberale uscente Charles Michel mentre lo spagnolo Joseph Borrell sarà invece Alto rappresentante per la politica estera al posto di Federica Mogherini.

60 anni, madre di sette figlie, von der Leyen è considerata una ‘fedelissima’ della cancelliera tedesca Angela Merkel. Esponente di primo piano della Cdu, il partito dei popolari tedeschi, ha ricoperto il ruolo di Ministra della Famiglia dal 2009 e Ministra della Difesa dal 2013. 
GOVERNO SODDISFATTO SU VON DER LEYEN A COMMISSIONE E LAGARDE A BCE

A quanto si apprende da fonti della Presidenza del Consiglio il governo italiano esprime soddisfazione per l’ipotesi che vedrebbe Ursula Von der Leyen alla presidenza della Commissione europea e Chistine Lagarde per il dopo Draghi alla Bce.

PROVENZANO (PD): PUR DI IMPEDIRE GUIDA SOCIALISTA SCELGONO RIGORISTA TEDESCA

“Erano contro l’austerità, contro il dominio tedesco in Europa. Ora, pur di impedire un socialista alla guida della Commissione, scelgono la tedesca rigorista #vonderLeyen e si inchinano alla vittoria della Merkel. Si dicevano il governo del cambiamento, sono la restaurazione”. Cosi’ Peppe Provenzano, responsabile lavoro del Pd.

VON DER LEYEN, SALVINI: A PRESCINDERE DAI NOMI, IMPORTANTE CAMBIARE

“A prescindere dai nomi, l’importante è che in Europa cambino le regole, a partire da immigrazione, taglio delle tasse e crescita economica. E su questa battaglia l’Italia sarà finalmente protagonista”. Cosi’ Matteo Salvini a proposito dell’indicazione di Ursula Von der Leyen alla presidenza della commissione.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»