Investito anni fa ha ancora i postumi: Modena adotta un lupo nero

lupo modena
Rufus era stato trovato qualche anno fa poco più che cucciolo gravemente ferito, ora i postumi delle fratture non gli consentono di tornare alla vita in natura, perciò è stato trasferito nel Centro Fauna Selvatica 'Il Pettirosso'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MODENA – Era stato trovato qualche anno fa, poco più che cucciolo, gravemente ferito dopo essere stato investito in strada. Inizialmente era stato scambiato per un cane, per via della sua colorazione anomala, molto scura: dopo alcuni interventi chirurgici, era stato ‘adottato’ come cane da una famiglia che lo aveva ribattezzato Gandalf. Adesso, è in ottima forma, anche se i postumi delle fratture alle zampe posteriori, non completamente recuperati, non gli consentono di poter tornare alla vita libera in natura. È la storia di Rufus, un lupo che a fine febbraio è stato trasferito nel Centro Fauna Selvatica ‘Il Pettirosso’ di Modena da una struttura privata di Pistoia dove si trovava ospite. Vista l’indole selvatica che tuttora caratterizza l’animale, l’operazione di recupero ha richiesto la partecipazione di un tecnico faunista abilitato alla telenarcosi il quale, sotto la direzione del servizio di Sanità pubblica veterinaria dell’Ausl Toscana Centro e la supervisione dei Carabinieri forestali di Pistoia, ha sedato il lupo.

L’animale è stato quindi prelevato dal recinto in cui si trovava e, infine, caricato sull’ambulanza veterinaria del centro “Pettirosso” di Modena: sarà collocato, dopo un periodo di osservazione e ambientamento, in un ampio appezzamento boscato, in compagnia di altri esemplari simili a lui.

LEGGI ANCHE: Lav: “Il lupo è tornato per restare, gli allevatori ne prendano atto”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»