Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Sanità, Cassa Galeno sostiene i sogni dei giovani medici in ricordo di Eleonora

E' il quarto anno consecutivo che Cassa Galeno mette in palio borse di studio per medici e odontoiatri under 40
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Saranno premiati sabato 10 febbraio i vincitori delle tre borse di studio, del valore di 4.000 euro ciascuna, destinate a medici e odontoiatri under 40. A bandirle, per il quarto anno consecutivo, è Cassa Galeno, società mutua cooperativa e fondo sanitario integrativo riservato a medici e odontoiatri. Obiettivo: coltivare la professione medica finanziando progetti di ricerca, formazione e volontariato. E tenere vivo, così, il ricordo di Eleonora Cantamessa, medico e socio della Cassa, che ha perso la vita per soccorrere un uomo rimasto ferito in una rissa.

AUTISMO, INFEZIONI, MALATTIE DEL SANGUE: I PROGETTI DI RICERCA FINANZIATI DALLE BORSE DI STUDIO

Dieci i progetti finalisti tra i quali la giuria ha selezionato i tre vincitori delle borse di studio. Tra loro c’è quello di Davide Vecchio, pediatra e ricercatore in genetica medica, che si prepara a partire per Seattle. Il finanziamento ricevuto da Cassa Galeno gli permetterà di frequentare per sei mesi il laboratorio del professor Evan Eichler, tra gli scienziati più influenti del mondo sulla ricerca per l’autismo e il genoma umano. “Vogliamo puntare alla migliore qualità di vita di tutti quei bambini che, con le loro famiglie, si affidano a noi con fiducia” sottolinea.

Da quando ha varcato la soglia del reparto di malattie infettive la vita di Francesca Cancelli è cambiata radicalmente. “Dopo anni trascorsi a logorarmi sui libri senza passione ho incontrato medici che mi hanno indicato la strada”. Utilizzerà la borsa di studio per realizzare un progetto di ricerca di 18 mesi presso il policlinico Umberto I di Roma. Lo studio approfondirà il ruolo della traslocazione microbica e dell’immunità innata nelle infezioni da clostridium difficile e nelle sepsi da enterobacteriaceae produttrici di carbapenemasi.

Spiegare le basi molecolari delle neoplasie mieloproliferative, malattie rare del sangue che presentano un’incidenza crescente. È l’obiettivo di Ilaria Carola Casetti, ematologa, che trascorrerà sei mesi a Vienna, presso il centro di ricerca per la medicina molecolare. “Credo che la comprensione dei meccanismi di insorgenza delle neoplasie sia fondamentale per mettere a punto terapie realmente efficaci”.

COLTIVARE LA PASSIONE DEI GIOVANI MEDICI: COSÌ CASSA GALENO RICORDA ELEONORA CANTAMESSA

È la sera dell’8 settembre 2013 quando Eleonora Cantamessa, ginecologa di 44 anni, si ferma sulla strada provinciale 91 a Chiuduno, nel Bergamasco, per soccorrere un uomo vittima di un pestaggio. Pochi minuti e un’auto, con a bordo gli aggressori, investe e uccide entrambi. “Eleonora non poteva non fermarsi: era fatta così, ha sempre fatto di tutto per gli altri” dichiarerà dopo l’accaduto Mariella, mamma di Eleonora. Alla sua dedizione di medico, che ha aiutato tanti bambini a venire al mondo, che visitava gratuitamente le donne in difficoltà e che fino all’ultimo istante ha tenuto fede all’impegno di difendere la vita, è dedicata la borsa di studio promossa da Cassa Galeno per finanziare i progetti di giovani medici e odontoiatri.

“Solo quest’anno sono più di 50 le candidature ricevute” racconta Giovanni Vento, vice presidente della Cassa e presidente della commissione del Premio Cantamessa “Negli anni abbiamo riscontrato una decisa crescita qualitativa dei progetti quanto a obiettivi, metodologie, strutture coinvolte. E questo, oltre a confermare l’intuizione di istituire un bando di finanziamento per giovani medici, dimostra la sete di conoscenza e l’impegno che accompagna le nuove generazioni”.

PREMIAZIONE BORSE DI STUDIO CANTAMESSA: UN’OCCASIONE DI INCONTRO

“Cassa Galeno nasce con l’obiettivo di proteggere i medici, gli odontoiatri e le loro famiglie” spiega il presidente della cooperativa Aristide Missiroli. “Si tratta di una realtà creata e gestita da medici e fare rete è una missione connaturata all’associazione, che si pone come fine la promozione della professione medica”.

“La cerimonia di premiazione sarà dunque un’occasione di incontro intorno ai valori di tutela della salute, solidarietà e condivisione di cui Eleonora Cantamessa è stata esempio e che tutti noi medici dovremmo applicare nella nostra pratica quotidiana”. L’appuntamento è sabato 10 febbraio alle ore 11.30 presso la sede di Cassa Galeno, in via Vittorio Emanuele Orlando 83, a Roma.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»