Coronavirus, Gualtieri: “Un piano da 3,6 miliardi per l’economia, la Ue ci farà sforare”

Il ministro dell'Economia annuncia nuove misure per contrastare gli effetto negativi del coronavirus
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Per fronteggiare le conseguenze economiche del coronavirus il governo stanziera’ “3,6 miliardi, pari allo 0,2% del Pil”. Lo ha annunciato il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, in un’intervista a ‘la Repubblica’.

Tanti soldi, per i quali sara’ chiesta l’autorizzazione a sforare i limiti di deficit: “Non ho ragione di temere che Bruxelles possa contestare la nostra richiesta”, ha aggiunto Gualtieri, spiegando la tabella di marcia e i contenuti della “fase due” per combattere l’emergenza: “Entro venerdi’ prossimo vareremo un decreto legge per il sostegno dell’economia per tutti i territori e i settori colpiti, in tutto il territorio nazionale“.

“Abbiamo in mente diverse ipotesi. Dal credito d’imposta per le aziende che abbiano subito un calo del fatturato superiore al 25%, come si e’ fatto per il terremoto, a riduzioni delle tasse. Dal contributo aggiuntivo per i fabbisogni operativi del servizio sanitario nazionale alla Cassa integrazione in deroga”. Insomma, per Gualtieri, “nessuno dovra’ restare senza cure o perdere il lavoro per il coronavirus“.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

1 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»