Il generale Pappalardo prepara manette e forconi: “A novembre arrestiamo tutti i parlamentari”

ROMA – “A novembre arresteremo tutti i parlamentari, li andremo a prendere uno per uno a casa“. Il generale dei Carabinieri, in pensione, Antonio Pappalardo, non molla e prepara le manette e i ‘forconi’. Ne ha parlato oggi ai microfoni di Ecg, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli studi Niccolò Cusano. Il leader di Liberazione Italia beccato qualche giorno fa mentre, forchetta alla mano, pranzava nella mensa dell’odiato Senato, interpellato a questo riguardo ha tuonato:

“AL SENATO SI MANGIA MALISSIMO, VOLEVO VEDERE LA REAZIONE DEI CIALTRONI”

“E’ una vergogna che uno mangia in una mensa aziendale e non ha privacy. Quella del Senato è una mensa aziendale, quando passo mi fermo lì. Si mangia malissimo. Sono andato lì perchè volevo vedere questi cialtroni che dobbiamo arrestare come avrebbero reagito. Erano terrorizzati quando mi hanno visto, hanno iniziato a tremare. Il sette novembre tornerò al Senato con dieci pensionati che ospiti miei mangeranno al Senato della Repubblica”.

LEGGI ANCHE: Dai forconi alla forchetta… pranzo al Senato per il generale rivoluzionario Antonio Pappalardo


“A  NOVEMBRE LI ARRESTIAMO TUTTI E 945, SONO ABUSIVI”

Pappalardo vuole arrestare tutti: “Noi a novembre li arrestiamo tutti. Sono tutti abusivi. Tutti e 945. Arrestiamo per primi quelli che hanno distrutto il Paese. E non siamo golpisti. Li arrestiamo perché c’è una sentenza della Corte costituzionale che dice che sono stati eletti con una legge incostituzionale. E questi si sono pappati un miliardo e mezzo di euro. Se li sono messi in tasca tutti quanti, compresi quelli del Movimento Cinque Stelle”, afferma.

“LI ACCHIAPPIAMO A UNO A UNO QUANDO ESCONO DI CASA”

“Se il popolo italiano partecipa a questa nostra attività- prosegeue il generale in pensione- li acchiappiamo ad uno ad uno quando escono di casa, li portiamo dai carabinieri e gli consegniamo il verbale. Stanno commettendo un reato gravissimo, quello di usurpazione del potere politico“.

Poi un avviso alle forze dell’ordine: “L’arresto in flagranza di reato è obbligatorio. Mando un invito a tutti i commissari e i carabinieri: siete obbligati ad arrestarli. Se non li arrestate, risponderete di favoreggiamento. Voi non capite la gravità del momento. Stiamo lavorando, quando saremo bene addestrati li andremo a prendere”.

LEGGI ANCHE:

Riecco il generale Pappalardo: “Vado da Boldrini, via gli abusivi dal Parlamento immediatamente”

La vendetta di Dibba padre, daje al capo dei forconi

“Lasciami gridare”, e Pappalardo ruba la piazza al Movimento 5 stelle

La rivoluzione del generale Pappalardo: “Tra un mese entreremo a Roma, non ci possono fermare”/VD

31 Ott 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»