Spread continua a salire. Di Maio: “Problema non eravamo noi”, Pd: “Si chiama #SalviniTax”

ROMA – “Lo spread oggi è schizzato oltre i 300 punti: non accadeva da 4 anni. Il problema non eravamo noi, non era la nostra squadra di ministri, ma l’incertezza che oggi regna sovrana”. Lo scrive su facebook Luigi Di Maio, capo politico del M5s. “Se il Governo del Cambiamento fosse partito- aggiunge-, oggi avremmo un governo politico forte che sarebbe già al lavoro per incontrare gli altri Paesi Ue e spiegargli i dettagli della nostra politica economica che non ha mai previsto l’uscita dall’euro. Oggi invece c’è solo la prospettiva di un governo debolissimo, che otterrà solo una manciata di voti di fiducia (se li otterrà) e che non ha alcuna idea di futuro del Paese. Andare contro la democrazia non paga”.

SALVINI: “SPREAD? CHIEDERE A MATTARELLA, VOLEVA RASSICURARE MERCATI”

Chiedete a Mattarella… Fosse per me ci sarebbe un governo in carica. Hanno scelto altrimenti per rassicurare i mercati, non mi sembra ci stiano riuscendo”. Così il leader della Lega Matteo Salvini, al termine della riunione dei gruppi parlamentari, risponde sull’aumento dello spread.

MELONI: “LO SPREAD VOLA ANCHE CON COTTARELLI”

“Vola lo spread, superata quota 300. Evidentemente ai mercati non piace nemmeno Cottarelli. Che farà ora Mattarella, chiamerà direttamente il fantasma di Otto von Bismarck per dargli l’incarico di governo?”. E’ quanto scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

MORANI (PD): “CROLLA FIDUCIA E VOLA LO SPREAD, LA SALVINI TAX”

La borsa e la credibilità internazionale dell’Italia precipitano, insieme alla fiducia di cittadini ed imprese. L’unico indicatore in pericolosa crescita è solo lo spread. Si chiama #SalviniTax”. Così la deputata Dem Alessia Morani, dell’Ufficio di presidenza del Pd alla Camera.

MORANI (PD): “GRAZIE A MR SPREAD SALVINI PER MUTUI PIÙ CARI”

“Se pagheremo mutui più cari, sappiamo chi ringraziare. Questa è la Salvini-tax #misterspread”, così in un tweet la deputata del Pd Alessia Morani.  

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

29 maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»