VIDEO | Famiglie, Rinaldi (Link campus): “Misure per giovani e micro imprese”

Il professore interverrà al prossimo Congresso Mondiale delle Famiglie, dal 29 al 31 marzo a Verona
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un sostegno alle famiglie, soprattutto quelle giovani, sia in maniera diretta con sgravi fiscali e agevolazioni, che indiretta con politiche per le micro e piccole imprese, che in Italia sono la maggioranza e sono prevalentemente a conduzione familiare. E’ una delle richieste alle istituzioni anticipata alla Dire da Antonio Maria Rinaldi, professore di Politica economica alla Link Campus, che interverrà al prossimo Congresso Mondiale delle Famiglie, dal 29 al 31 marzo a Verona.

“Storicamente l’industria italiana è estremamente frazionata– spiega Rinaldi- basti pensare che più del 99% delle aziende italiane sono micro e piccole e in gran parte di esse sono a conduzione familiare. Quindi se viene meno l’azienda viene meno anche il sostegno alla famiglia. E se la grande azienda multinazionale chiude e si sposta, una piccola azienda italiana chiude e basta. Per questo- continua il professore- è necessario dare un sostegno particolare a quello che è il tessuto industriale italiano. E’ un po’ una critica nei confronti dell’Unione europea che generalmente fa leggi e regolamenti a vantaggio delle grandi aziende”.

Altri temi che verranno toccati saranno il calo demografico e la carenza di occupazione tra i giovani. “Cerchiamo di creare i presupposti affinché ci siano in Italia i posti di lavoro correlati al tipo di studi e alla legittima aspirazione di questi ragazzi- sottolinea Rinaldi-. Il crollo demografico è un problema grosso anche dal punto di vista economico. Dobbiamo cercare di fare delle politiche nei confronti delle famiglie che tengano conto di questo fattore, perché due giovani che decidono di mettere su famiglia devono avere certezze per il futuro e certezza di reddito. E’ un problema che non è stato sufficientemente valutato in passato” chiude Rinaldi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

27 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»