Ponte del 25 aprile al cinema: tutti i film nelle sale

Conto alla rovescia finito per Avengers – EndGame, in uscita l'ultimo capitolo della saga Marvel con protagonisti i supereroi riuniti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Finalmente l’attesa è finita. Il 24 aprile arriva al cinema Avengers – EndGame, ultimo capitolo della saga Marvel con protagonisti i supereroi riuniti. Dei titoli in uscita nel lungo ponte del 25 aprile, di certo è questo il più atteso: un film che si preannuncia già campione al box office ( basti pensare che il precedente capitolo della saga ha incassato 2 miliardi di dollari nel mondo). Dopo gli eventi devastanti di Infinity War, l’universo intero è in rovina per colpa del Titano Thanos. L’umanità si è ritrovata dimezzata e a sparire sono stati anche alcuni eroi come Spider-Man, Star-Lord, Scarlet Witch, Groot e molti altri. Nell’ultimo capitolo, gli Avengers dovranno riunirsi ancora una volta per fermare Thanos e salvare l’umanità, con l’aiuto degli alleati rimasti. Al fianco di Captain America, Vedova Nera, Thor ritroveremo Occhio di Falco e nuovi personaggi come Captain Marvel.

ANCORA UN GIORNO

Il 24 aprile arriva al cinema anche il documentario di animazione “Ancora un giorno”, di Raul De la Fuente e Damian Nenow. Il film, ispirato al libro del reporter Ryszard Kapuściński, narra l’esperienza del giornalista nell’Angola degli anni ’70, travolta dalla guerra civile. In “Ancora un giorno”, vincitore del premio di miglior film di animazione agli European Film Awards 2018, Raul De la Fuente ripercorre il viaggio Kapuściński utilizzando registri stilistici eterogenei e mescolando l’animazione con interviste live action dei sopravvissuti, restituendo il senso di una lotta che non può essere confinata in un luogo o un periodo storico predeterminato, e per questo sempre attuale.

LEGGI ANCHE Kapuscinski in Angola, il dilemma è un film d’animazione

LA CADUTA DELL’IMPERO AMERICANO

Dopo Il declino dell’impero americano e Le invasioni barbariche, il Premio Oscar Denys Arcand chiude la sua trilogia satirica sull’Occidente in crisi con un irresistibile “polar” venato di commedia, ispirato a una storia realmente accaduta.

Pierre-Paul ha 36 anni e nonostante un dottorato in filosofia deve lavorare come fattorino per tirar su uno stipendio appena decente. Un giorno, durante una consegna, si ritrova suo malgrado sulla scena di una rapina finita male, che lascia sull’asfalto due morti e altrettanti borsoni pieni di soldi. Cosa fare? Restare a mani vuote o prenderli e scappare? Il dubbio dura una frazione di secondo, giusto il tempo di caricare il malloppo sul furgone. Ma i guai sono appena iniziati: sulle tracce del denaro scomparso, infatti, ci sono due agenti della polizia di Montreal ma soprattutto le gang più pericolose della città. Per uscire da un sogno che rischia di diventare un incubo, Pierre-Paul dovrà fare gioco di squadra con un team di improbabili complici: una escort che cita Racine, un ex galeotto appena uscito di prigione e un avvocato d’affari esperto di paradisi fiscali. Insieme, scopriranno che i soldi non danno la felicità… o forse sì?

DILILI A PARIGI

Nella Parigi della Belle Époque, con l’aiuto di un giovane fattorino, la piccola Dilili indaga su una serie di rapimenti misteriosi in cui sono coinvolte alcune bambine. Nel corso delle indagini incontreranno personaggi straordinari che li aiuteranno fornendo loro gli indizi necessari per scoprire il covo segreto dei Maestri del Male, i responsabili dei rapimenti.

 

SARAH & SALEEM – LA’ DOVE NULLA E’ POSSIBILE

Ambientato a Gerusalemme, il film si ispira a fatti realmente accaduti, narrando come, una storia di natura esclusivamente privata, finisca in breve tempo per trasformarsi in un caso politico di portata inimmaginabile.

Sarah è israeliana e gestisce un bar a Gerusalemme Ovest. Saleem è palestinese, vive a Gerusalemme Est e fa il fattorino. Provengono da mondi distanti anni luce, eppure, sfidano il destino per incontrarsi di nascosto nel furgoncino che Saleem usa per il lavoro e vivere lontano da occhi indiscreti la loro passione. Nessuno è a conoscenza di questa relazione illecita, né Sarah, né Saleem sembrano intenzionati a spingersi oltre al loro incontro clandestino e sporadico. 

Ma una sera, trovandosi nel posto sbagliato nel momento sbagliato, quello che doveva essere un affaire totalmente privato e rimesso unicamente al giudizio delle rispettive coscienze, subisce una svolta repentina quanto incontrollabile. Sarah e Saleem si ritrovano intrappolati nelle maglie della tensione tra le forze occupanti e la resistenza palestinese, in un crescendo di inganni e mistificazioni che neppure la verità sembra più essere in grado di fermare. E che sfugge completamente al controllo sia di Sarah sia di Saleem. A dimostrazione di come, in questa terra martoriata, nulla sia veramente possibile.

UN’ALTRA VITA – MUG

Jacek ama l’heavy metal, la sua fidanzata e il suo cane. La sua famiglia e i parrocchiani del suo paesino lo trovano un tipo bizzarro e divertente. Jacek lavora presso il cantiere edile di quella che dovrebbe diventare la statua di Cristo più alta del mondo. Dopo che un grave incidente lo sfigura completamente, tutti gli occhi vengono puntati su di lui mentre si sottopone al primo trapianto facciale del Paese.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

24 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»